Calendario Pirelli, dodici mesi di morbidezza

Fiera Di Calitri prova

Contro le “magre a tutti i costi” a cambiare le regole del gioco e delle tendenze più estreme in fatto di immagine è, questa volta, il nuovo Calendario Pirelli firmato Steven Meisel. Per la prima volta, infatti, il celebre appuntamento con i giorni dell’anno ha abbandonato le sue bellezze eteree per celebrare i 90 chili di curve e 180 centimetri di altezza della top model statunitense Candice Huffine. Mica pochi!

Ma nel connubio perfetto di moda e fotografia tutto è lecito, soprattutto se l’arte diventa denuncia e riscatto. Così, quelle che una volta sarebbero state l’aberrazione in persona della bellezza, le inconcepibili “curvy” dalle morbide forme, diventano le protagoniste indiscusse del nuovo calendario 2015. Espressione di una categoria di donne troppo spesso dimenticate perché impossibilitate a indossare una taglia 38, le “curvy” salgono alla ribalta nel cinema, nella tv, nella moda per rompere con i vecchi stereotipi.

È ormai un dato di fatto il bisogno impellente di pubblicizzare la donna nella sua femminilità e nella sua essenza, partendo proprio dall’immagine delle bellezze “rotonde”. Che non diventi anche questa solo una nuova moda destinata a morire in fretta dopo l’ennesimo scalpore?