Padova, Crocefisso obbligatorio nei luoghi pubblici

PADOVA – Il nuovo sindaco di Padova, Massimo Bitonci della Lega Nord, ha annunciato su Facebook che, a partire da oggi, in tutto il Comune l’esposizione del crocefisso diventa obbligatoria in tutti i luoghi pubblici, senza alcuna eccezione.

Un’iniziativa, quella di Bitonci, che farà sicuramente discutere. In Italia la polemica sull’esposizione del crocefisso non si è mai veramente sopita, essendo parte di una più generale discussione sulla laicità dello Stato e sul “confine” da assegnare alle libertà religiose. 

In ogni caso, assicura il Sindaco di Padova, sarà lo stesso Comune a preoccuparsi di regalare il crocefisso a chi non ne ha già uno, evitando così di imporre una spesa, seppur minima, a scuole e altre istituzioni. Bitonci era già stato impegnato in passato in una “battaglia” per il ripristino del crocefisso nei luoghi pubblici; era il 2009 quando l’attuale sindaco di Padova aveva dato vita ad un sit-in per distribuire gratuitamente crocefissi ad Abano Terme, nel Padovano, dopo che una scuola era stata obbligata a togliere il simbolo religioso su richiesta della famiglia di uno studente.