Cottarelli a Palazzo Chigi: taglio di 20 miliardi in tre anni

pa_banner

ROMA – Si è svolta nelle ultime ore, a Palazzo Chigi, una riunione sulla revisione della spesa.

Vi hanno preso parte, oltre naturalmente al presidente del Consiglio Matteo Renzi, il commissario alla spending review Carlo Cottarelli e i due ministri Boschi, titolare delle Riforme, e Padoan, titolare del dicastero dell’Economia. Un nuovo vertice è previsto per mercoledì, e quel giorno – sussurrano alcune voci – potrebbe essere l’ultimo di Cottarelli da commissario. 

I tagli sul tavolo della riunione di stasera (in foto) vanno da un maggiore coordinamento tra le forze dell’ordine (sostanzialmente un vero e proprio ridimensionamento del numero di corpi esistenti) ad una revisione degli incentivi e trasferimenti da parte di diversi ministeri alle imprese che valgono fino a 4 miliardi, passando per lo sbandierato taglio delle partecipate. E’ stato messo a punto un metodo di lavoro da utilizzare nei confronti con i ministri. Nei prossimi giorni Renzi e i suoi collaboratori incontreranno i responsabili dei vari dicasteri per dare corpo alla sforbiciata del 3% annunciata dal capo dell’esectivo.

Ogni ministero indicherà dove intervenire, quindi non saranno tagli lineari. Domani, intanto, alla vigilia del vertice informale Ecofin, si attendono dall’Istat gli ultimi dati sul Pil.