Stacey Kent al Gesualdo: unica data italiana per la stella del jazz internazionale

pa_banner

AVELLINO – Il conto alla rovescia è terminato, il Teatro Carlo Gesualdo si prepara ad ospitare un pezzo fortissimo  del panaorama jazz internazionale.

Questa sera, alle ore 21:00, la voce solare, leggera e vibrante di Stacey Kent emozionerà il pubblico per il sesto appuntamento di Musica al parco 2014, il festival di musica internazionale della città di Avellino organizzato dal Teatro “Carlo Gesualdo” con la direzione artistica dell’associazione culturale “I SenzaTempo” e con il sostegno dell’Ente provinciale del Turismo di Avellino. L’astro nascente dello swing a stelle e strisce sarà ad Avellino per l’unico appuntamento italiano della sua tournée, accompagnata dal suo Quintet composto da musicisti di fama internazionale come Jim Tomlinson al sax e al flauto, Graham Harvey al piano e alla chitarra fender, Jeremy Brown al contrabasso e Josh Morrison alla batteria.

Direttamente dal main stage del Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino, che per l’occasione sarà aperto anche al pubblico avellinese che potrà assistere da vicino all’incredibile performance dell’artista statunitense e del suo quintetto, Stacey Kent proporrà “The Changing Lights”, suo ultimo lavoro in studio. Nello scenario intimo e condiviso del palcoscenico del “Gesualdo”, la voce di Stacey Kent, a stretto contatto con il pubblico del Teatro comunale irpino, creerà atmosfere di serenità e rara bellezza e unirà lo swing delle proprie origini americane alle influenze stilistiche e linguistiche europee. Il concerto di Stacey Kent sarà preceduto dalla performance al piano di Luis Di Gennaro, giovane promessa del pianoforte nostrano, e dall’esibizione del coro “Vox Aurea”, progetto nato in seno all’Accademia di Musica Kandinsky da un’idea del Maestro Antonella Carpenito, che ha lo scopo di unire giovani talenti del territorio per fare musica insieme.

Il progetto Vox Aurea vedrà sul palco del “Gesualdo” allievi e docenti dell’Accademia Kandinsky e studenti del Conservatorio Cimarosa, cantanti lirici e jazz. La formazione che salirà sul palco principale del Teatro comunale irpino sarà composta dai Soprani Maria Chiara Fantasia e Giusy Perna, dai Mezzosoprani Antonella Carpenito, Antonella Trombetta e Carmen Eulogio, dai Tenori Gerardo dell’Affetto e Marco Pericolo, dal Baritoni Giuseppe Grieco e dai Bassi Emanuele Di Vito e Domenico Tammaro. Il programma del progetto “Vox Aurea” spazierà con brani che dal ‘600 arrivano fino ai giorni nostri, tutti rivisitati in polifonia, in una unione di generi dal barocco al classico, dal sacro al jazz per dimostrare che la musica non ha confini, non ha definizioni né schemi.

I biglietti, al costo di 12 euro per posto unico numerato, sono ancora disponibili presso i botteghini di piazza Castello aperti dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.