Un’altra morte sospetta: l’Isochimica torna nell’occhio del ciclone

pa_banner

OSPEDALETTO D’ALPINOLO (AV) – Dire che di amianto si continua a morire è forse un’esagerazione. Ma va registrato un nuovo caso di morte prematura tra gli ex operai dell’Isochimica. 

Gennaro Guerriero, 50 anni, ex scoibentatore, si è spento ieri nella sua casa del paese irpino in seguito ad una crisi cardiaca. L’uomo è deceduto nella sua abitazione di Ospedaletto di Alpinolo. Non è certa una correlazione tra la sua morte e il suo lavoro presso l’azienda di Borgo Ferrovia, dove aveva prestato servizio per otto anni. Se non saranno i familiari a chiederlo ed a presentare denuncia, sul corpo dell’uomo non ci saranno neanche ulteriori accertamenti.