Italia, Conte riparte da De Rossi: è lui il condottiero della Nazionale

pa_banner

BARI – Se ieri mattina più di qualcuno aveva storto il naso, considerando eccessive le parole di Conte (“Dobbiamo essere un esempio per tutto il Paese: attraversiamo un momento difficile, dobbiamo essere simbolo di riscossa”), già ieri sera forse quel qualcuno aveva cambiato idea.

La Nazionale di Antonio COnte parte con il piede giusto, giustissimo. E, a ben vedere, è davvero una bella metafora di quello che dovrebbe essere il comportamento della Nazione: aggressivo, tosto, tenace, capace di rialzarsi e di ricostruire dalle macerie. Già, perché dopo la pessima figura rimediata in Brasile dall’Italia di prandelli, la Nazionale era questo: macerie. E per farlo, Conte ha puntato sull’orgoglio dei suoi ragazzi, nonostante ieri sera soltanto in 4 fossero reduci dal Mondiale e dalla sconfitta decisiva contro l’Uruguay. Ma più di tutti gli altri, a ben guardare, il Commissario tecnico ha puntato su quell’elemento che, unitamente a Buffon, al momento dell’eliminazione aveva espresso critiche chiare e nette nei confronti di quei giocatori che non lottavano e non capivano l’importanza della maglia. 

Il perno di questo nuovo corso della Nazionale sarà il romanista Daniele De Rossi, che non a caso ieri sera, vista l’assenza di Buffon, portava al braccio la fascia di Capitano. E’ da lui che Conte ha voluto ripartire, dalla sua sportiva aggressività, dalla sua concentrazione, dalla sua capacità di azzannare. E dalle sue qualità tecniche, questo è fuori di dubbio. Ma il segnale che il Ct ha voluto lanciare è parso chiaro. O si fa come Daniele, o si è fuori dal giro. O si gioca e ci si comporta come il mediano della Roma, o l’azzurro lo puoi vedere solo in televisione. E se ieri era un’amichevole e abbiamo visto tutta quella foga, ad Oslo, martedì sera, dove saranno in palio tre punti, aspettiamoci undici leoni. Anzi, undici De Rossi.

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.