Palermo, Conte sfida l’Azeirbaigian: Pirlo si riprende l’Italia

pa_banner

PALERMO – Con il presidente Carlo Tavecchio sospeso per 6 mesi dall’Uefa a causa della sua famosa frase considerata discriminatoria, Antonio Conte resta l’unico baluardo di questa Nazionale. 

In vista degli Europei 2016 in Francia, gli Azzurri sfidano stasera, al “Renzo Barbera” di Palermo, l’Azeirbaigian di quella vecchia volpe di Berti Vogts. Qualche cambio rispetto alle gare passate Conte lo opererà, con Chiellini in vece di Astori, Marchisio al posto di Giaccherini, Pasqual per De Sciglio e Pirlo per De Rossi. Proprio lui, Andrea Pirlo, al secondo debutto in Nazionale. E proprio contro l’Azeirbaigian, squadra contro la quale vestì per la prima volta la maglia azzurra. “Ne sono orgoglioso”, ha affermato il centrocampista bianconero, che ha aggiunto: “Conte era l’unica persona che poteva farmi cambiare idea (Pirlo aveva lasciato la Nazionale dopo la disfatta mondiale in Brasile, ndr). Lo conosco, prima di arrivare in Francia ci sarà da divertirsi. Con lui ho vissuto tre anni di grande feeling, e quando mi ha chiesto di dargli una mano gli ho detto immediatamente di sì”. 

Il regista dei registi ha poi sottolineato la sua grande voglia: “Smetterò quando non avrò più voglia di allenarmi”, ha affermato. “Questo gruppo vuole confermare quanto ha fatto vedere nelle prime due uscite. Io ho realizzato i miei sogni di bambino, ne ho altri nel cassetto. Per questo sono ancora qui”. Conte, che dovrà fare a meno di Thiago Motta e Osvaldo, entrambi infortunati e rispediti a casa, dà fiducia al tandem dei quarant’anni (in due) Immobile-Zaza. Di seguito, le probabili formazioni che scenderanno in campo alle 20:45.

ITALIA (3-5-2): Buffon, Ranocchia, Bonucci, Chiellini, Darmian, Verratti, Marchisio, Florenzi, De Sciglio, Destro, Immobile. Ct: Antonio Conte

AZERBAIGIAN (4-4-2): Agayev; Budak, Sukurov, Qarayev, Guseynov; Sadygov, Dadasov, Aliyev, Guliyev; Abdullayev, Nazarov. . Ct: Berti Vogts