Milano, Putin vede Poroshenko: Passi avanti. Ieri incontro con la Merkel: Divergenze sull’Ucraina

MILANO – E’ terminato l’incontro tra Valdimir Putin e il suo omologo ucraino Petro Poroshenko.

Quello tenuto alla Prefettura di Milano non è stato un bilaterale, essendo andato in scena alla presenza di Matteo Renzi, François Hollande, Angela Merkel, David Cameron, Herman Van Rompuy e Josè Manuel Barroso. Ad esprimere ottimismo è stato io capo del governo italiano, Matteo Renzi: “Penso che abbiamo fatto un passo avanti – ha dichiarato al termine -, anche se persistono delle differenze. Ma non possiamo permetterci instabilità in Ucraina”. Nonostante le parole di Renzi, è evidente che la partita entrerà nella sua fase decisiva quando si approfondiranno le questioni energetiche, su cui la Russia muove nettamente da una posizione di forza nei confronti di tutta l’Europa.

Ieri, intanto, si è tenuto un bilaterale tra lo stesso Putin e la cancelliera Merkel. Al termine, è arrivata la posizione ufficiale di Mosca e di Berlino.

Dmitri Peskov, portavoce del Cremlino, ha fatto sapere che vi sono “divergenze” tra Russia e Germania sulla questione-Ucraina. “Putin e Merkel – prosegue Peskov – hanno fatto il punto sull’attuazione degli accordi di Minsk, ponendo l’accento in particolare sulla conclusione del processo della separazione delle parti in conflitto a sud-est dell’Ucraina”. I due capi di Stato hanno poi affrontato altri temi, quali il monitoraggio del regime del cessate il fuoco e il dossier del gas.

Berlino, per parte sua, non ha lesinato repliche. Un portavoce del governo ha affermato che “Merkel e Putin hanno discusso diversi aspetti della inadeguata applicazione dell’accordo di pace per l’est dell’Ucraina, ricordando che l’intesa prevede un pieno cessate il fuoco, il controllo dei confini ed elezioni comunali a Donetsk e Lugansk, da svolgersi nel rispetto della legge ucraina”.

Dopo il bilaterale, durato due ore e mezza, Putin si è recato in via Rovani, a fare visita a Silvio Berlusconi, alla presenza dei suoi figli, Marina, Piersilvio, Barbara, Eleonora e Luigi (che abita nella residenza milanese).

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.