Irisbus, atto finale: lo stabilimento passa alla Iia, assunti tutti i 298 dipendenti

pa_banner

FLUMERI (AV) – Si aspetta l’atto ufficiale, che verrà firmato davanti ad un notaio forse il prossimo 22 dicembre, ma ormai c’è l’ufficialità: la ex Irisbus passa alla Industria italiana autobus.

La Cnh Industrial, braccio societario di Fiat che deteneva lo stabilimento, lo ha ceduto alla società fondata da Stefano Del Rosso, ad per l’Italia di King Long. Come annunciato ieri dopo una lunga riunione al Mise dal viceministro Claudio De Vincenti, che ha seguito la vertenza sin dall’inizio, Iia rileverà tutti i 298 dipendenti che lavoravano presso l’opificio di Valle Ufita e che potranno recarsi, sin da domani, presso lo stabilimento per firmare il verbale di conciliazione dopo il quale Cnh procederà alla chiusura della procedura di mobilità.

“Questo, che potrebbe sembrare un punto di termine, è invece un punto di inizio – ha spiegato De Vincenti –: adesso comincia infatti dell’avventura della Iia e dei lavoratori della Iia. Tutte le attività sono importanti – ha proseguito lasciandosi vincere da un filo di emozione -, ma alcune sono strategiche. Questa è strategica”.