La Cucina entra in Oncologia: ai fornelli i pazienti sottoposti a chemioterapia

AVELLINO – E’ giunta al termine “La cucina entra in Oncologia”, quinta edizione del progetto di educazione alimentare coordinato dall’Unità Operativa di Oncologia Medica dall’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino

Il progetto si concluderà nel pomeriggio di oggi con la consueta e avvincente gara i fornelli tra pazienti sottoposti a trattamenti di chemioterapia. Una giuria, composta dal giornalista de Il Mattino Annibale Discepolo, dal nutrizionista Amodio Botta, dal Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera “Moscati”, Giuseppe Rosato, e dal dirigente dell’Istituto Alberghiero Manlio Rossi Doria, Maria Teresa Cipriano, valuterà le pietanze preparate dai pazienti che hanno aderito all’iniziativa.

L’evento conclusivo del progetto si svolgerà, a partire dalle ore 17,30, presso la succursale di via Valle Mecca dell’Istituto Alberghiero. Durante la gara di cucina, il direttore del Dipartimento di Onco-Ematologia dell’Azienda “Moscati, Cesare Gridelli, e la psicologa Annalisa Stanco illustreranno i risultati raggiunti quest’anno al termine delle attività formative, teoriche e pratiche del progetto, che mira a insegnare ai pazienti oncologici la migliore alimentazione per ridurre gli effetti collaterali delle terapie chemioterapiche, sia da un punto di vista fisico che psicologico. Il progetto si è avvalso della collaborazione dell’Istituto Alberghiero “Manlio Rossi-Doria”, del superstore Conad di Avellino, di Bio 2000 Alimenti da Agricoltura Biologica e della Lilly Oncology Italia Spa.