La Sciantosa: Serena Autieri sabato e domenica al Teatro Gesualdo

pa_banner

AVELLINO – Dopo la tappa del Teatro civile di Toni Servillo, il Teatro Gesualdo accoglie un’altra eccellenza del teatro napoletano. 

E’ una delle artiste più eclettiche del panorama italiano, capace di spaziare dal musical alla fiction televisiva, dalla commedia all’Italiana ai ruoli più impegnati per il grande schermo. In aggiunta, va ricordato che ha prestato la sua inconfondibile voce ad Elsa, la regina delle nevi nel musical d’animazione “Frozen” premiato all’ultima Notte degli Oscar.

Sabato 27 alle ore 21 e in replica domenica 28 alle ore 18.30, al Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino, arriva Serena Autieri e porta in scena l’imperdibile “La Sciantosa – ho scelto un nome eccentrico”, un “One Woman Show” scritto da Vincenzo Incenzo e diretto da Gino Landi.

“La sciantosa – ho scelto un nome eccentrico” è il secondo appuntamento della rassegna “ReD – Risate e divertimento” organizzata dal Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino in collaborazione con il Teatro Pubblico Campano diretto da Alfredo Balsamo, che vanta grandissime presenze del teatro di Napoli. 

Tra una rima recitata e una lacrima “La Sciantosa” restituirà al pubblico avellinese quelle radici poetiche e melodiche ottocentesche e quei profumi arabi, saraceni e americani che Napoli ha ruminato e restituito al mondo nella sua inconfondibile cifra, portando sul palcoscenico del “Gesualdo” brani più conosciuti e coinvolgenti come a “‘A tazz’ e cafè” e “Come facette mammeta” fino a perle nascoste come “Serenata napulitana” e “Chiove”, oggi ascoltabili solo con il grammofono a tromba.

“Ho voluto fortemente mantenere il clima provocatorio e sensuale di quei Cafè”, spiega Serena Autieri. “Ricreare in teatro quel rapporto senza rete con il pubblico, improvvisando, battibeccando, fino a coinvolgerlo spudoratamente nella ‘mossa’, asso nella manica di tutte le sciantose”.

Serena Autieri entra a schiaffo, con i panni di Pulcinella nei luoghi e nei codici del Cafè concerto e del varietà, ed è subito Napoli, arte di arrangiarsi, gioia e disperazione, mare romantico e vulcano incandescente. E’ guerra, colera, miseria ma è anche resurrezione, sorriso, amore.

Per maggiori informazioni telefonare al numero 0825.771620