Non Sono Stato Io. Al Gesualdo torna il teatro antimafia

pa_banner

AVELLINO – Al Teatro Gesualdo si continua a parlare di legalità e lotta alla mafia.

Dopo il successo dello scorso 5 febbraio con la giornata all’insegna della legalità dedicata a Maria Concetta Cacciola contro tutte le mafie, con lo spettacolo “O cu nui o cu iddu”, domani, martedì 10 febbraio alle ore 10:00, torna “Scuole a Teatro 2015”. Il Gesualdo per l’occasione propone lo spettacolo “Non sono stato io” portato in scena dalla Compagnia Fondazione Sipario Toscana.

La pièce teatrale è dedicata agli alunni delle scuole elementari e medie della provincia di Avellino ed è il secondo appuntamento di “Scuole a teatro 2015”. La fortunata rassegna di teatro per ragazzi è ormai giunta alla XIII edizione. E’ stata organizzata dall’Istituzione Teatro Comunale “Carlo Gesualdo” di Avellino, presieduto da Luca Cipriano, con Salvatore Gebbia e Carmine Santaniello, componenti del Consiglio di amministrazione, in collaborazione con l’associazione culturale “Mister Punch” presieduta da Espedito Giaccio.

“Non sono stato io” racconta la storia di Francesco, bambino giudizioso, corretto, tranquillo e Luca, bimbo irrequieto e agitato, uno di quei bambini terribili di cui perfino qualche adulto ha paura. Luca e Francesco sono molto amici ed è per questo che il giorno in cui a scuola accade il “fattaccio”, e Luca viene accusato di esserne il responsabile, Francesco è pronto a tutto per difenderlo. Ma la sua protesta resterà inascoltata e Luca verrà allontanato dalla scuola.

Lo spettacolo di Tommaso Triolo e Matteo Visconti, con la supervisione drammaturgica di Donatella Diamanti e la regia di Letizia Pardi viene interpretato da Francesca Pompeo con collaborazione artistica di Fabrizio Cassanelli.Ci si interroga sul diritto alla scuola, su quando si possa definire borderline il comportamento di un bambino, sui sistemi educativi. Il tutto realizzato con arte.

“In tempi di continue riforme scolastiche – hanno spiegato Simona Frigerio e Luciano Ugge di Persinsala, introducendo l’evento -, questo spettacolo punta sull’inclusione e sul rispetto delle differenze, con la convinzione che la scuola dovrebbe esaltare le capacità individuali e la collettivizzazione del sapere”. 

“Non sono stato io” andrà in scena domani 10 febbraio al Teatro “Carlo Gesualdo” alle ore 10. In caso di peggioramento delle condizioni meteo , lo spettacolo sarà recuperato in data da definire. Il costo del biglietto sarà di 7euro per la platea, e di 5euro per la galleria che, però, sarà aperta solo in caso di esaurimento dei posti in platea. Per gli alunni della città di Avellino, il costo del trasporto è di 1 euro.

Per maggiori informazioni telefonare al numero 0825.771629 dalle 10 alle 13.