A Sud di Nessun Nord: al Teatro di Lacedonia Antonio Pignatiello presenta il nuovo album

pa_banner

LACEDONIA (AV) – Dopo il successo di “Ricomincio da qui”, Antonio Pignatiello torna con un nuovo album.

Anticipato dal videoclip il 10 aprile, il 21 aprile uscirà infatti il secondo album del cantautore lacedoniese, a due anni esatti dall’esordio, e sempre con l’etichetta torinese Controrecords. Antonio presenterà l’album in anteprima il 4 aprile, alle 18, presso il Teatro Comunale di Lacedonia, paese di cui è originario e al quale resta visceralmente legato, nonostante viva a Roma ormai da anni.

Il titolo del nuovo lavoro, “A Sud di Nessun Nord”, è un omaggio a Henry Charles Bukowski e alla sua celebre opera letteraria, nel ventennale della sua scomparsa.​

Un album caratterizzato da una registrazione “on the road” – tra una masseria di Lacedonia e il Castello di Bisaccia, e poi Macerata, Roma, Lecce, Cavagnolo, Firenze, Milano – e da nomi di livello nel panorama musicale. Mixato da Taketo Gohara (foto 3), produttore e ingegnere del suono di Vinicio Capossela​, ha visto la partecipazione di Marino Severini (The Gang), Enza Pagliara (collaboratrice di Teresa De Sio, Eugenio Bennato, Giovanna Marini, Vinicio Capossela) e tanti altri altri musicisti sparsi lungo il nostro Stivale e la Francia. In tutto, oltre trenta musicisti, tra i quali anche Rocco Melillo, Luigi Rinaldi (foto 2) e Antonio Chicone, lacedoniesi ed eredi della grande tradizione musicale del paese altirpino.

Dodici nuove canzoni (tra le quali “Folle”, vincitrice del Premio Solarolo 2010), lungo la traccia ideale del viaggio e dell’incontro, ognuna delle quali è un’opera che ci riporta ad atmosfere messicane intrecciate e mescolate alle melodie del vecchio West alla Morricone e alle milonghe argentine dal suono caldo e vibrante. 

Poi ci sono le parole e i libri invecchiati, come certe pellicole cinematografiche, e resta la polvere tra New Orleans, il Mexico e l’Arizona. 

I testi traggono spunto da quel vecchio west americano, da scrittori come lo stesso Bukowski – che ritroviamo spesso e volentieri nei lavori di Antonio -, John Fante, Edgar Lee Masters, Sherwood Anderson, per tornare indietro alle radici greche di Anacreonte e latine di Catullo, al “Mestiere di Vivere” e ai “Dialoghi con Leucò” (da cui traggono spunto due canzoni) di Cesare Pavese.

Ne esce un album fatto di canzoni che mirano dritte al cuore. A cominciare da marzo Antonio Pignatiello presenterà “A Sud Di Nessun Nord” con alcuni eventi live speciali.

Anticipando il tour con la banda al completo, “l’incantautore” presenterà dal vivo il suo nuovo album affiancato da Edoardo Petretti (pianoforte), Maurizio Perrone (contrabbasso), Gianfilippo Invincibile (batteria), con particolari concerti-storytelling con cui raccontare questo lavoro registrato “on the road”, in un’atmosfera più intima.

foto 2

foto 3

 
Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.