La Bicicletta Rossa: al Gesualdo contro la società dei consumi

Fiera Di Calitri prova

AVELLINO – Venerdì 27 marzo, alle ore 10, al Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino arriva “La bicicletta rossa”, spettacolo prodotto dalla Compagnia Principio Attivo Teatro di Lecce.

“La bicicletta rossa” è il settimo appuntamento del cartellone “Scuole a Teatro 2015”, fortunata rassegna di teatro per ragazzi, giunta alla XIII edizione. La kermesse organizzata dall’Istituzione Teatro Comunale “Carlo Gesualdo” di Avellino, presieduto da Luca Cipriano, con Salvatore Gebbia e Carmine Santaniello, componenti del Consiglio di amministrazione, viene proposta in collaborazione con l’associazione culturale «Mister Punch» presieduta da Espedito Giaccio.

Marta, la narratrice della storia, non è in scena o meglio non si vede. E’ nel pancione di sua madre.  All’inizio dello spettacolo, infatti, annuncia: “questa è la storia della mia famiglia prima che nascessi”. Le vicende di cui Marta ci parla appartengono al nostro tempo pur essendo incastonate in un’epoca indefinita e lontana rendendo quasi fantastiche e surreali le azioni.

La famiglia di Marta per vivere mette le sorprese negli ovetti di cioccolato ma a complicare la sua vita, come la vita di un intero paese, c’è BanKomat il personaggio negativo, proprietario di tutto, della fabbrica degli ovetti, della casa ma anche della luna e delle stelle e nulla può essere fatto senza pagare qualcosa a BanKomat.

La forza di questa famiglia sta nella sua capacita di trasformare uno strumento di vessazione e oppressione in mezzo di liberazione e questo grazie a Pino, il fratello di Marta, che quasi per caso farà ritrovare alla famiglia la sua dignità e il suo riscatto.

“La bicicletta rossa” verrà portata in scena da Dario Cadei, Silvia Lodi, Otto Marco Mercante, Cristina Mileti e Giuseppe Semeraro, mentre la voce fuori campo di Marta sarà affidata a Rebecca Metcalf, per la drammaturgia di Valentina Diana, le musiche di Leone Marco Bartolo e la regia Giuseppe Semeraro.

Il costo del biglietto è di 7euro per la platea, e di 5euro per la galleria che, però, sarà aperta solo in caso di esaurimento dei posti in platea. Per gli alunni della città di Avellino, il costo del trasporto è di 1 euro.

Per maggiori informazioni telefonare al numero 0825.771629 dalle 10 alle 13