Lioni-Grottaminarda, il Commissario D’Ambrosio: I ritardi ci sono, la fine in sette anni

pa_banner

AVELLINO – Ultime ore di frenetico dibattito per i lavori della strada a scorrimento veloce Lioni-Grottaminarda, un’opera da 430 milioni di euro che coinvolge 14 Comuni per un totale di oltre 50mila abitanti.

A convocare un tavolo di discussione la Provincia di Avellino dove si sono ritrovati Domenico Gambacorta, presidente dell’Ente provinciale, Sabino Basso, presidente di Confindustria, Filippo D’Ambrosio, commissario ad acta per il progetto, e Pasquale Fusco, responsabile dell’intervento presso la Direzione Regionale per la Mobilità della Regione Campania.

Per il completamento dell’opera, al netto della disponibilità di tutti i fondi, si dovranno attendere almeno 7 anni: in sintesi è questo quanto emerso dal tavolo. Ed è stato proprio D’Ambrosio a fare il punto della situazione incontrando i sindaci alla fine della riunione.

“I ritardi ci sono, è inutile negarlo”, ha detto D’Ambrosio. “Va detto però che ci sono tutte le giustificazione del caso anche se occorre fare ogni sforzo per recuperare il tempo perduto. Prevediamo di concludere il primo lotto nell’arco dell’anno 2017. Per gli altri lotti abbiamo avuto di recente una delibera regionale di 175 milioni di euro sui 220 totali, di cui 60 per l’anno 2015 ma potremo parlare materialmente di cantierizzazione solo quando avremo il danaro in cassa”.