Antonio Fiorillo in Tour: Non solo barzellette…!

A tu per tu con Antonio Fiorillo per La Nostra Voce!
 
Nasce a Napoli il 26 Marzo del 1976 è un attore, comico e cabarettista.
 
 L’abbiamo raggiunto al telefono e gentilmente ci ha rilasciato questa intervista
confidandoci aneddoti e ricordi appartenenti anche alla sua sfera personale!
Intanto un excursus riguardante le sue esperienze cinematografiche e teatrali degli ultimi
due anni.
Mai Stati Uniti, di Carlo Vanzina, La Banda di San Gennaro, di Nando De Maio, Interpreta (Sfilatino)
Tutto Molto Bello, di Paolo Ruffini , (Obelix)
Ma che bella sorpresa, di Alessandro Genovesi , Effetti indesiderati, di Claudio Insegno
Per quanto riguarda il teatro lo abbiamo seguito ne:
Stasera tutti a casa mia (2012) dove abbiato trovato la sua firma quale autore, per la regia di Pino L’Abbate
Briganti “Storie d’amore e patria” (2013) di Nunzio Zuzio ed Antonio Avolio, regia di Nunzio Zuzio
Ed ora che fai? (2014) sempre a sua firma, con la regia di Pino L’Abbate
 
L’Intervista ad Antonio
 

Quando hai cominciato a seguire la tua attività artistica?

pa_banner

“Avevo 17 anni,ed ho cominciato in una piccola compagnia teatrale della mia citta’ Casoria,in provincia di Napoli,la “Nuoveau Rideau” diretta da Ludovico Silvestri,che ancora oggi mette in scena testi della tradizione teatrale Napoletana”

Cosa ti spinge a continuare questa passione?

“L’amore per questo mestiere,e l’impegno che bisogna trasfondere per non fermarsi mai,e cercare sempre nuovi progetti”

Il tuo primo giocattolo da bambino, qual è stato e quale pensiero ti viene in mente ricordandolo?

“Il mio primo giocattolo e’ stato “Pellicano”,una specie di uccello di plastica che si manteneva dondolando su una trottola d’acciaio,mi ricorda un’ infanzia serena,e soprattutto mia nonna materna”

La prima parola che dici “a voce alta” appena sveglio.

“Buongiorno….se i miei coinquilini familiari non sono gia’ andati al lavoro”

Ringrazieresti qualcuno per il successo ottenuto?

“Ringrazierei tutte le persone che hanno creduto in me e mi hanno dato la possibilita’ di poter dimostrare la mia grande passione per questo bel lavoro”

Cosa non rifaresti “mai” se potessi tornare indietro?

“Le scelte fatte ormai non possono piu’ essere cambiate…chissa’….forse cercherei di selezionare le cose da fare con piu’ esperienza”

Mamma e papà, quanto hanno influito sulle tue scelte da adulto?

“Fai sempre il contrario di quello che ti dicono di fare i tuoi genitori,ma poi quando ti avvicini all’eta’ che loro avevano quando te le dicevano,capisci che forse in qualche cosa avevano ragione”

La tua città d’origine qual è e cosa ricordi di lei?

“La mia citta’ d’origine,e’ quella in cui continuo a vivere,Casoria in provincia di Napoli:la periferia napoletana con tutte le sue contraddizioni”

Un pensiero a……………………

Alle persone che non ci sono piu’ e che mi hanno voluto bene,e che con le loro scelte e i loro comportamenti,mi hanno salvato,e continuano a farlo,benche’ la loro vita si sia esaurita’ troppo presto!!

Ultimo progetto

“Al cinema con “Ma che bella Sorpresa” di Alesssandro Genovesi con Claudio Bisio e Farnk Matano,la nuova commedia che sto scrivendo,e poi il mio spettacolo di cabaret ”Non solo barzellette” che portero’ nelle piazze del sud italia nell’estate 2015