Ncd e Udc verso la marcia divisa: pesa l’incompatibilità tra Foglia e De Mita

fiera modificato

NAPOLI – Tutti a sostegno di Caldoro, ma non sotto un’unica insegna.

Dovrebbe essere questo, alla fine, il destino di Area Popolare, nella fattispecie dell’Udc e del Nuovo Centrodestra. Dopo frenetici contatti e ripetute riunioni sia a Roma (tra Angelino Alfano e Lorenzo Cesa) che a Napoli (tra Gioacchino Alfano e Pasquale Sommese), si sarebbe giunti a questa determinazione, nonostante il ministro dell’Interno e il segretario nazionale dell’Udc avessero intenzione di ripetere a livello regionale l’esperienza del gruppo unico. Gioacchino Alfano, tuttavia, ha dichiarato che le liste saranno separate, visto che “in alcune circoscrizioni provinciali – sono state le sue parole – gli aspiranti candidati superano abbondantemente le candidature disponibili”. Il riferimento sembra proprio ad Avellino, dove è conclamata l’incompatibilità tra Pietro Foglia e i due De Mita.

Dunque sembra da escludere l’ipotesi della lista unica, il che amplierebbe il ventaglio di candidati: Foglia, Cusano, Aldorasi e Grasso per il Ncd, Petracca, Sirignano, Gubitosa e De Angelis e Avitabile per l’Udc.