Vittime dell’amianto, Sibilia (M5S): Basta promesse e celebrazioni

pa_banner

AVELLINO – Il deputato del Movimento 5 Stelle Carlo Sibilia interviene in occasione della giornata mondiale delle vittime dell’amianto.

“La ricorrenza di quest’anno ha un sapore ancora più amaro – sottolinea Sibilia – alla luce della prescrizione del reato di disastro ambientale nel famoso processo Eternit. Un caso vergognoso che ha prodotto buona parte delle vittime che piangiamo in Italia. Ad Avellino – dichiara il parlamentare – siamo invece in una fase di stallo rispetto al prepensionamento degli ex lavoratori dell’Isochimica di Pianodardine. Anzi dobbiamo registrare, nostro malgrado, l’ennesima beffa subita dagli ex dipendenti della fabbrica dei veleni, che per la maggior parte saranno esclusi dai benefici previdenziali previsti dal famoso emendamento inserito nella Legge di Stabilità 2015. L’Inps, infatti, invece di declinare i meccanismi di deroga in base alla legislazione in materia di amianto lo fa, attraverso una circolare esplicativa del 21 aprile, in riferimento alla legge Fornero, vanificando la norma emendativa”. 

“Rispetto alla bonifica dell’area di Pianodardine, invece, dopo una prima fase di mobilitazione di tutte le forze sociali ed istituzionali – continua il portavoce 5 Stelle – dalle dichiarazioni del sindaco Foti si apprende che siamo ancora alla verifica di rinvenimento delle somme necessarie all’interno della programmazione europea 2007/2013. I residenti della zona e i familiari delle vittime e degli ammalati da patologie asbesto correlate chiedono di farla finita con le promesse e le celebrazioni ipocrite da parte di chi si è proposto come risolutore dei problemi sociali. Dopo 30 anni – conclude Sibilia – si chiedono altri tavoli istituzionali per trovare le soluzioni, ebbene tutto ciò ha il sapore bruciante della presa in giro ed è giunto il momento che i cittadini prendano coscienza di questa triste realtà”.