Bella e la Bestia, l’amatissimo musical in scena a Benevento

BENEVENTO – Ancora qualche giorno e l’ormai seguitissima compagnia Musical Art sarà di nuovo in scena a Benevento con il musical più amato di tutti i tempi: Belle e la bestia; la rosa incantata. Dopo il debutto a Broadway nel 1994, la versione da palcoscenico, ispirata al cartoon Disney, è stata tradotta in ben otto lingue (tra cui russo e coreano) e rappresentato in 120 città, da Sydney a Buenos Aires e replicato ben 28mila volte, cioè l’equivalente di 67 anni di rappresentazioni.

Musical Art lo ripropone a Benevento, con tutta la forza e l’energia che ha sempre dimostrato, in una versione adrenalinica a metà tra il sogno e la realtà,  con oltre 20 personaggi  (tra ballerini, cantanti e attori), più di 40 abiti di scena e sorprendenti novità. La forza di questo amatissimo musical, però, non sta solo in questi numeri. Sta piuttosto nell’intramontabile storia d’amore tra Belle e il principe tramutato in Bestia a causa del suo egoismo e negli indimenticabili servitori trasformati in candelabro, armadio, scopino, orologio, teiera, tazze e stoviglie.  

“Rappresentare prettamente musical-fiaba” esordisce la direttrice musicale Angela Ilenia Adamo “ è una precisa scelta della compagnia. Il nostro impegno, in questo periodo di crisi sotto tutti i punti di vista, è quello di affascinare grandi e piccini. Lo scopo è rapire per un’ora e mezza lo spettatore adulto per catapultarlo in una dimensione aproblematica del sogno e dell’immaginazione e proiettare i piccoli in situazioni fiabesche dense di morale e valori umani che si stanno perdendo. Internet e i giochi virtuali” riprende Ilenia Adamo “propongono per loro solo scene di violenza e agitazione, ed essendo io una insegnante di lettere, non potevo non proporre una fervida attenzione ai bisogni educativi dei ragazzi!”  

Dopo “Mary Poppins, una tata perfetta” e “Do re mi, tutti insieme appassionatamente”,  è infatti la volta di “Belle e la Bestia, la rosa incantata” e Musical art promette di far sognare ancora i suoi affezionatissimi spettatori e di conquistarne di nuovi  con la sua sferzante vitalità e professionalità.

“Non ci smentiremo” esordisce la direttrice artistica Simona Morelli. “ Abbiamo avuto un successo di pubblico e di critica al di là di ogni aspettativa negli anni precedenti.  Quest’anno abbiamo duplicato l’impegno e la passione per non deludere i nostri spettatori e tutti gli amanti del genere teatrale più affascinante di sempre, il musical.”

“Non sono mancate come ogni anno le difficoltà” riprende il presidente dell’associazione Michele Pucillo “ la passione per il musical e la testarda volontà ci ha permesso di giungere all’ennesimo traguardo, ma non è stato facile. Sono, infatti, anni che contiamo solo sulle nostre forze auto-sovvenzionandoci e spesso ci chiediamo del perché, nelle nostre città meridionali, non si dia più spazio e importanza a progetti educativi e ricreativi come il nostro a vantaggio delle solite riproposizioni ormai consolidate da anni. Sarebbe davvero auspicabile crescere in questo progetto potendo collaborare con artisti sanniti di varia formazione. Insieme si potrebbe giungere ad un progetto ancora più ambizioso”.

Protagonisti di questo nuovo progetto-Musical Art, Claudia Covino ( nei panni della coraggiosa Belle) Michele Pucillo (in quelli della Bestia) Adelaide Varricchio ( Mrs Pots ), Michele Parente ( Tockins ), Adriana Perugini ( Madame la Gran Bouche ) Valeria Salvatore ( nel ruolo di Babette )  Francesco Cotugno ( Le Tont ), Nicola Calabrese ( Maurice ), Chiara Stella Zollo ( popolana ) Marta Santarcangelo e Mayra Pisano (Chicco) e le ballerine Ilenia Panella, Elisabetta Scarinzi, Sarah Lombardi, Rita Toscano, Michela Valentino, Katia de Masi.

Ancora nel cast il performer napoletano Giancarlo Grosso (nel ruolo di ruolo di Gaston) contemporaneamente impegnato anche nel musical di Sal da Vinci “Se amore è – revolution” e Pierluigi Sorteni, (nel ruolo di Lumiere) presto su Canale 5 nella serie televisiva “ Non è stato mio figlio” accanto a Gabriel Garko e Stefania Sandrelli.

A dirigere la compagnia in veste di regista la famosa e brillante Stefania Pacifico, diplomata alla scuola del Teatro dell’Opera di Roma e già Capo balletto e responsabile artistico della Compagnia della Rancia di Roma.

“Collaborare con la Musical Art è per me un onore ed un piacere” Spiega Stefania Pacifico “Collaboro da anni con altre compagnie dislocate in varie zone d’Italia, ma devo dire, senza falsi complimenti, che quella di Benevento è una realtà che mi soddisfa in misura senza dubbio maggiore. Collaboro da anni con la persona di Simona Morelli, con lei abbiamo affrontato numerose sfide, ma quella del musical è stata sicuramente quella che più ha soddisfatto entrambe. Grazie alla sua dedizione si è creato un ambiente sereno, creativo e solidale a cui hanno preso parte via via sempre più professionisti. L’apporto di Angela Ilenia Adamo, negli ultimi anni, si è rivelata davvero vincente. Siamo tre donne forti e volitive e ognuna ha, nel suo campo, molta competenza e professionalità. Per questo mi piace lavorare con loro. Sono determinate e molto precise.”

Non ci resta dunque che giudicare questo nuovo musical in scena il prossimo fine settimana.

Doppio appuntamento: il 18 aprile alle ore 21:00 e il 19 aprile alle 18:30 al teatro Massimo di Benevento. La compagnia sarà inoltre impegnata in una serie di matinèe dedicati al pubblico degli studenti di Benevento provincia.

Per prenotare e acquistare i biglietti bisogna rivolgersi alla scuola “Dance Center” di Simona Morelli in via G. Castellano, 19 – Benevento, oppure all’indirizzo mail info.musicalart@gmail.com, oppure, ancora, ai seguenti numeri di telefono: 3287873974 –3495019483. Al termine dello spettacolo di domenica, un fotografo sarà a disposizione per chiunque volesse fare delle foto con i membri del cast, che saranno disponibili e gratuitamente scaricabili dalla pagina Facebook dell’associazione. Inoltre, chi lo desiderasse, potrà lasciare la propria candidatura per il prossimo progetto firmato Musical Art. Non lasciatevi sfuggire questa grande opportunità.