A16, ancora tragedia: monovolume sfonda guardrail, cinque morti a Baiano

pa_banner

BAIANO (AV) – Tragedia questo pomeriggio sulla A16, all’altezza dello svincolo di Baiano, in direzione Napoli.

Un monovolume con a bordo otto operai napoletani è sbandato per cause ancora in corso di accertamento, e si è schiantato contro la cuspide che delimita l’uscita autostradale, finendo la propria corsa nella scarpata sottostante. Bilancio gravissimo, con cinque morti e tre feriti in gravi condizioni. Subito intervenuti i soccorsi. I Vigili del fuoco – due squadre prontamente giunte da Avellino, hanno faticato non poco per estrarre i corpi senza vita e i feriti, affidati alle cure dei sanitari del 118. Sul posto anche l’eliambulanza, che ha provveduto al loro trasporto presso l’ospedale di Nola.

Quattro di essi sono morti sul colpo, mentre il quinto è morto al Cardarelli di Napoli a causa deli traumi riportati nello schianto.

La Polstrada di Avellino sta effettuando i rilievi per ricostruire la dinamica e procedere all’identificazione delle vittime. Finora si sa solo che sono cinque operai del napoletano (Melito e Acerra) e del casertano (San Felice a Cancello), tra i 30 e i 55 anni che tornavano da Grottaminarda, dove stavano lavorando. Attraverso una nota, Autostrade per l’Italia ha reso noto che “l’urto, probabilmente avvenuto a forte velocità, ha demolito l’assorbitore d’urto, colpendo la barriera di sicurezza retrostante e abbattendo il cartello che indica l’uscita”, come si evince dalla foto.