Diocesi Ariano-Lacedonia, fine della vacatio: Monsignor Melillo è il nuovo Vescovo

ARIANO IRPINO/LACEDONIA (AV) – La vacatio è finita. Finalmente la DIocesi Ariano Irpino/Lacedonia ha un nuovo Vescovo.

Si tratta di Monsignor Sergio Melillo, che succede a Monsignor Giovanni D’Alise, che ricopre il ruolo di Vescovo di Caserta. Don Sergio è interprete di una spiritualità che mai ha perso il legame con la vita sociale. Al centro del suo interesse le nuove generazioni: ha collaborato con l’area internazionale della Caritas Italiana, è docente di Teologia presso l’Istituto di Scienze religiose San Giuseppe Moscati di Avellino e ha collaborato a numerose pubblicazioni.

La notizia del nuovo vescovo segue un periodo di un anno di reggenza, durante il quale i cari livelli amministrativi hanno sollecitato più e più volte la nomina del successore di Monsignor D’Alise. La diocesi era stata inizialmente inserita tra quelle da sopprimere, nell’ambito di un ridisegno da parte del Vaticano. Fino alla decisione, arrivata nella mattinata di oggi, da prte di Papa Francesco, di procedere finalmente alla nomina del nuovo Vescovo, al quale la nostra redazione dà un caloroso benvenuto e che saprà certamente essere riferimento per tutta la comunità.

Soddisfatto il presidente della Provincia e sindaco di Ariano Irpino, Domenico Gambacorta. “Per Ariano Irpino e per tutte le realtà della Diocesi è un giorno straordinario”, afferma Gambacorta. “Diamo il nostro benvenuto al nuovo Vescovo, monsignor Sergio Melillo, la cui sensibilità e attenzione alla cura del prossimo sono note a tanti. La nomina del nuovo Vescovo ci rende davvero felici. Ora possiamo proseguire il nostro cammino spirituale con un pastore che saprà guidarci in questo periodo nel quale le nostre comunità sono alle prese con problemi derivanti soprattutto da difficili condizioni economiche, che creano disagi e sono motivo di dissidi. Insieme possiamo recuperare e rilanciare la dimensione della comunità dentro la quale l’individuo agisce e vive secondo i principi di solidarietà e fratellanza. Un ringraziamento sentito e l’abbraccio della comunità che mi onoro di rappresentare vanno a monsignor Antonio Blundo per il suo superlativo supporto”.

“In questo anno – aggiunge Gambacorta – abbiamo chiesto a gran voce la nomina di un nuovo Vescovo. Diversi gli incontri che ci sono stati in tal senso. Come sindaci dei 24 comuni della Diocesi abbiamo scritto al Papa lo scorso 26 marzo. Con il collega di Lacedonia abbiamo richiesto un’udienza al Cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe. Ancora: lo scorso 6 maggio il Consiglio comunale di Ariano ha approvato all’unanimità un deliberato per fare voti al Santo Padre per nominare al più presto il Vescovo. Finalmente questo giorno è arrivato”.