Renzi: Pd pulito, ma alcuni non li voterei neanche costretto. Caldoro persona seria

5

ROMA – “Alcuni candidati che sostengono De Luca non li voterei mai, neanche se costretto”.

Ospite stamane del videoforum di Repubblica Tv, il presidente del Consiglio Matteo Renzi dice la propria sul caso liste pulite, un polverone sollevato da Roberto Saviano nei giorni scorsi: “Lì dentro c’è Gomorra”, aveva detto lo scrittore riferendosi alle liste del partito democratico.

Punzecchiato dalla domanda di un lettore sul caso riguardante il candidato a Palazzo Santa Lucia, Vincenzo De Luca, Renzi ha risposto: “Alcuni candidati che lo sostengono mi imbarazzano e su alcune liste collegate al presidente si può discutere, dal momento che ci sono candidati che non voterei neanche se costretto. Ma le liste del Pd sono pulite”, ha tenuto ad aggiungere il capo del governo. “Abbiamo cambiato candidato a Ercolano, con mille problemi. L’abbiamo cambiato anche a Giugliano. Chiarito che il Pd ha candidato i seri e puliti – perché non si può addebitare al Pd il fatto che una lista civica di supporto abbia candidato altre persone – le elezioni in Campania decidono il futuro di Bagnoli, la lotta contro la criminalità che si sconfigge con l’occupazione e con la creazione di presìdi dello Stato”, ha aggiunto Renzi. 

Un ultimo passaggio lo ha dedicato a Stefano Caldoro, affermando: “Io non parlerò mai male dei candidati avversari, oltretutto Stefano Caldoro è una persona estremamente seria, che ha presenziato a tutti i tavoli con il governo animato da forte spirito di collaborazione”.