Campania, le prime parole di De Luca: Trasparenza, legalità e rigore

pa_banner

NAPOLI – Prima, attesissima conferenza stampa da parte di Vincenzo De Luca da governatore della Campania. 

“Il primo ringraziamento – ha affermato De Luca – va al segretario del Partito democratico, Matteo Renzi, per la fiducia e il sostegno che mi ha dimostrato fin dall’inizio. Poi alle forze politiche che hanno sostenuto la coalizione, alle liste e ai candidati. E soprattutto ai cittadini che mi hanno dato l’onore e la responsabilità di guidare la Campania e realizzare il programma che abbiamo proposto”.

De Luca ha tracciato poi quelle che per grandi linee saranno le direttrici del nuovo governo regionale. “Trasparenza degli atti amminitrativi e legalità: la Regione dovrà essere una casa di vetro”, ha affermato. “Garantiremo una informazione permanente all’opinione pubblica e ai cittadini. Si apre una nuova fase dal punto di vista gestionale. E una nuova stagione politica all’insegna della concretezza e della dignità. Abbiamo ambizione di porre termine alla lunga abitudine – a volte superficiale, a volte scorretta, a volte infame – di inchiodare l’immagine di Napoli e della Campania alla immagine della criminalità. Ma il rispetto dobbiamo guadagnarcelo come classe politica e classe dirigente, e dobbiamo ritrovare l’orgoglio di essere meridionali e campani”.

Nessun accenno alla questione giudiziaria di cui è protagonista, ma qualche parola sulla sua squadra: “A breve andrò a nominare una nuova giunta regionale all’insegna delle competenze, fortemente espressiva della società civile. Saremo impegnati soprattutto a realizzare il nostro programma, che ha trovato fiducia nei cittadini.

“Abbiamo bisogno di decine, centinaia di persone motivate e coinvolte in un progetto di rinascita della regione Campania”, ha poi concluso il neo governatore. “Metteremo in campo estremo rigore e correttezza degli atti amministrativi”.