Mercogliano, nel week – end convegno sui temi dell’alimentazione

Fiera Di Calitri prova

MERCOGLIANO – La prima due giorni di notevole interesse medico-scientifico “Nutrizione e salute, quale direzione” si è svolta lo scorso week-end presso l’Albergo Heaven di Mercogliano. Dopo i saluti del dr. Antonio D’Avanzo presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Avellino, e di Alfredo Carmine Cestari Console onorario del Congo in collegamento telefonico da EXPO Milano 2015 che ha patrocinato l’evento, hanno relazionato il dr. Mario Ascolese, dottore di ricerca in Scienze Chirurgiche dell’Età Evolutiva, il prof. Massimo Montinari, docente Neuro-Immuno Gastroenterologia Pediatrica al Baptist Hospital di Miami Florida, nonché Medico capo della Polizia di Stato all’VIII Reparto Mobile di Firenze, il dr. Rocco Fusco, specialista in Medicina dello sport, la dr.ssa Maria Antonietta Fusco, specialista in Cardiologia e responsabile Centro studi e ricerche KS International Group, il dr. Giampaolo Palumbo, membro Commissione Antidoping del CONI, il dr. Tindaro Bongiovanni, biologo nutrizionista e responsabile nutrizione alla squadra di calcio U.S. Città di Palermo, il dr. Cristian Francavilla, docente Medicina dello sport all’Università Kore di Enna.

In particolare, il prof. Montinari, originario di Bari, ha trattato le problematiche alimentari nel disturbo dello spettro autistico. Montinari ha sottolineato che le disabilità psichiche ed i disturbi psicologici sono in continuo aumento pur restando molto discussi i differenti approcci terapeutici, e proprio nel mondo industrializzato sono più frequenti i casi di autismo, grave disturbo dell’attività cerebrale, a causa anche del notevole inquinamento ambientale. Montinari ha evidenziato l’importanza di una diagnosi precoce per i bimbi affetti da sindrome autistica che è possibile farla già al primo o secondo anno di età. Le ipotesi maggiormente accreditate quali cause della sindrome autistica – è emerso dalla relazione tenuta da Montinari – sono le seguenti: metalli, virus attenuati, DNA virus, eccipienti vaccinali, epigenetica.

I lavori del Convegno proseguiranno sabato 27 e domenica 28 giugno sui temi dell’alimentazione nei primi anni di vita, dallo svezzamento all’adolescenza, e della dieta mediterranea.