foto Massimo Pica

De Luca e il piano per l’Irpinia: si comincia dalla Funicolare di Montevergine

MERCOGLIANO – “Se vogliamo fare qualcosa per il Sud, stanziamo fondi nella Legge di Stabilità. Ma su questo dobbiamo stare attenti, c’è il tentativo da parte di Via XX Settembre di prenderci in giro”.

pa_banner

Come sempre senza giri di parole l’intervento di Vincenzo De Luca, governatore della Regione Campania, presente stamane a Mercogliano, per il riavvio dei lavori di ammodernamento della Funicolare di Montevergine e la contemporanea ripresa del servizio. Con lui, l’abate, monsignor Riccardo Guariglia, il presidente del Consiglio regionale Rosa D’Amelio, il presidente della Provincia Domenico Gambacorta, il presidente della Commissione regionale Trasporti Luca Cascone, il sindaco di Mercogliano Massimiliano Carullo, il presidente dell’AIR Dino Preziosi e altre autorità politiche e civili.

De Luca ha poi snocciolato quelle che sonon le priorità per la ripresa della provincia di Avellino: “Nelle prossime settimane – ha affermato l’inquilino di Palazzo Santa Lucia – renderemo note in maniera chiara le priorità. Prima di tutto, la bonifica dell’ex Isochimica, per la quale occorrono più di 10 milioni di euro. Stessa operazione per il polo della concia a Solofra, per l’elettrificazione della Salerno Avellino, in modo da portare anche qui l’Alta Velocità. Poi il completamento della Lioni-Grottaminarda e un’azione di sostegno al Progetto Pilota Alta Irpinia. Proprio in quella zona – ha concluso De Luca – la Regione ha già chiarito abbondantemente la propria netta contrarietà alle trivellazioni”.