Giuseppe Leone, sindaco di Vallata

OTD Ufita, Leone affonda: Nessuna risposta, l’ente è allo sbando

VALLATA – Non si ferma la polemica sulla vicenda deglo operai forestali a tempo determinato della Comunità Montana Ufita.

pa_banner

Dopo la replica dell’assessore Pizzulo, il sindaco di Vallata Giuseppe Leone ha prontamente controreplicato, con un duro comunicato che riportiamo integralmente.

“Ci aspettavamo risposte concrete in merito alla questione degli OTD ed invece continuano gli atteggiamenti sterili ed inconcludenti degli amministratori di maggioranza della Comunità Montana dell’Ufita.

Nessun passo indietro rispetto alla scelta di pubblicare l’avviso per l’assunzione degli operai per le bonifiche dell’anno 2015 ma solo invettive e accuse infantili che nulla aggiungono alla auspicata risoluzione del problema.

Servivano revoche e nuove delibere con le quali si potessero accorciare i termini per la chiamata in servizio e invece assistiamo a difese d’ufficio di assessori della Comunità Montana che finora non c’eravamo nemmeno accorti che facessero parte dell’esecutivo dell’Ente Montano. Un ente pubblico deve essere giudicato per ciò che fanno i suoi dirigenti e forse sfugge che Vallata non siede nell’organo esecutivo della Comunità Montana e non può prendersi colpe per cose che non ha fatto.

La responsabilità di queste scelte è attribuibile esclusivamente all’organo dirigente dell’Ente Montano ufitano e noi non ne facciamo parte a differenza dell’assessore Gerardo Pizzulo del Comune di Vallesaccarda che con tanta solerzia ha inteso replicare alle sollecitazioni del Sindaco di Vallata. Ci aspettavamo quantomeno una replica più consistente da parte di chi guida l’Ente, ovvero l’ing. Famiglietti, e non di un suo portavoce.

Comunità Montana Ufita

E’ inutile addossare le colpe ai sindacati e agli operai OTD stessi o invocare non meglio precisate latitanze dei sindaci di minoranza. Vogliamo ricordare che il Consiglio della Comunità Montana Ufita, da quando si è insediata la Giunta Famiglietti, è stato convocato, prima di oggi, solo due volte:

1) in data 12.01.2015 convocato, però, su richiesta avanzata dai sindaci di minoranza (tra cui Vallata), vista la trascuratezza della Giunta Famiglietti sulla problematica OTD;

2) in data 03.09.2015 per “protesta contro Poste Italiane” relativa alla chiusura di alcuni uffici postali (tra cui Frigento e Castel Baronia).

Appare evidente che la Giunta Famiglietti aveva ben altre priorità rispetto alla questione degli OTD, ossia la chiusura delle Poste a Frigento e Castel Baronia. Quale confronto cercavano? Dove sono gli ordini del giorno sulla questione OTD? L’Amministrazione montana guidata da Famiglietti non deve spiegare perché si chiude uno sportello postale a Castel Baronia e Frigento ma è tenuta a motivare il perché lo scorso anno non ha impiegato gli operai a tempo determinato nonostante le Comunità Montane limitrofe lo hanno fatto! La situazione di difficoltà riguardava e riguarda anche gli altri Enti montani della provincia, eppure con molta responsabilità e decisione le altre Comunità Montane hanno impiegato i loro forestali OTD per il 2014. Dalla Giunta Famiglietti, invece, il nulla!

Questo esecutivo deve spiegare perché ha stabilito di ricorrere ai Centri per l’impiego e non alla chiamata diretta degli OTD. Sono queste le risposte che gli operai forestali devono ricevere. Vallata è all’opposizione di questa amministrazione montana e ne sottolinea le scelte ritenute sbagliate che non solo costituiscono errori politici ma determinano soprattutto il peggioramento delle condizioni di vita di centinaia di nostri concittadini.

Persone che non possono pagare mutui, affitti e spese elementari che in questo delicato momento storico si stringono attorno a chi ha quantomeno la sensibilità di ascoltarli.

Ne è prova il fatto che la sala Consiliare del Comune di Vallata nella serata del 26 ottobre scorso era gremita da operai forestali provenienti non solo da Vallata, ma soprattutto da Vallesaccarda, Castel Baronia, Trevico, Scampitella e dagli altri comuni montani, accorsi numerosi non appena hanno riscontrato l’interessamento della nostra amministrazione comunale.

Forse crea fastidio che il sindaco di Vallata ha dato voce a centinaia di operai insoddisfatti di questa politica gestionale? Forse toglie visibilità ed oscura gli altri paesi questo attivismo degli amministratori di Vallata? Così come dichiarato all’indomani dell’insediamento della Giunta Famiglietti, nell’agosto 2014, a noi non interessava e non interessa una poltrona che possa farci vantare di un titolo sui giornali. Quella logica degli accordi politici e di cariche che ha portato alla nascita di questo esecutivo a noi è estranea. Quella logica politica che nulla aveva a che fare con quel senso di territorialità che doveva essere alla base del nuovo Ente.

Fa comodo mantenere un velo di mistero sulle indicazioni che la Regione Campania ha dato a tutte le Comunità Montane ed in particolare alla nostra? Si invoca il rispetto delle regole per l’assunzione ma si ignorano i verbali della Regione nei quali si chiariscono i dubbi sulla qualificazione degli operai storici e sulla esclusione dalle nuove regole sul mercato del lavoro.

Ed è proprio questo pretesto addotto, del rispetto delle regole, che rischia di far perdere giornate lavorative preziose quest’anno come già avvenuto nel 2014. Non si comprende come mai da una parte si dice che sono le regole che fanno allungare i tempi e dall’altra si dice che gli OTD storici non devono preoccuparsi della procedura di assunzione.

Come verranno rispettate le regole dalla Giunta Famiglietti garantendo al contempo che nessuno verrà escluso? E sostenere che gli operai storici OTD che hanno lavorato alle dipendenze dell’ente negli anni addietro, avendo maturato un punto ogni bimestre di servizio prestato, si trovano avvantaggiati rispetto agli altri, non determina alcuna certezza circa la loro conferma. Ma soprattutto: come verranno recuperati i giorni preziosi che si perderanno per la procedura di assunzione?

FORESTALI

Quanto infine alle simpatiche accuse rivolte al sindaco di Vallata (eletto a furor di popolo, senza “pseudo” che tenga), di voler sollevare polveroni e creare disinformazione, sarebbe stato opportuno che queste provenissero dal presidente dell’Ente Montano e non da un semplice assessore di un piccolo Comune che, in effetti, la polvere può averla vista solo a Vallata, a causa degli innumerevoli cantieri che sono in corso di esecuzione e che stanno trasformando, in pochi mesi, il nostro paese! E soprattutto dimentica che quando si è ritenuto opportuno rivolgersi, perché faceva comodo, a questo pseudo-amministratore, con il suo modo altezzoso di fare politica, non si è persa occasione per farlo!

Quanto alla disinformazione, saremo grati se l’ottimo assessore vorrà illustrarci il contenuto di tutti gli atti che non vengono pubblicati sull’albo pretorio dell’Ente montano e che rimangono a disposizione esclusiva dei componenti dell’organo esecutivo senza che vengano partecipati ai sindaci di minoranza.

Pertanto, si invitano tutti i 217 forestali OTD a partecipare al prossimo Consiglio Generale convocato per il giorno 5.11.2015, ore 14.30, presso la sede della Comunità Montana in via Cardito, affinchè possano ascoltare direttamente quella che è la posizione dell’Ente guidato da Famiglietti e soprattutto per valutare la posizione che tutti gli altri Sindaci o delegati assumeranno rispetto a questa maggioranza che, si ripete, già troppe scelte sbagliate ha fatto e sta continuando a fare”.