tesser-avellino

Porte chiuse per l’Avellino che contro lo Spezia vuole invertire la rotta

AVELLINO – Il tempo passa e Tesser lavora per invertire la rotta. Dopo Brescia il mister sa di avere dalla sua parte lo spogliatoio ma ha capito, anche, che il “suo tempo” sta finendo e che ora servono soltanto i risultati.

pa_banner

Come sempre il Mister sta blindando i Lupi dietro le porte chiuse del Sibilia di Mercogliano dove anche oggi ha provato nuove soluzioni tattiche, a cominciare dal modulo che dovrebbe, per la prima volta in questo campionato, essere completamente rivoluzionato con un inedito 4-1-4-1.

Certo per sabato il ritorno di Daniele Gavazzi, ad un mese dal’infortunio muscolare al bicipite femorale della coscia sinistra, che lo ha tenuto lontano dal campo l’ex centrocampista di Ternana, Sampdoria e Vicenza. Chi stenta ancora a riprendersi, invece, è Antonio Zito che continua a svolgere lavoro differenziata a causa della sublussazione alla spalla sinistra anche se la sua presenza a Spezia non è, al momento, messa in discussione.

Oggi pomeriggio si sono aggregati al gruppo Milan Nitriansky e Davide Biraschi, appena rientrato dopo l’impegno con la Nazionale B Italia. La preparazione proseguirà domani pomeriggio, nuovamente al Sibilia di Torrette di Mercogliano, a porte chiuse.