no eolico

Progetto Pilota, poi Bisaccia e Lacedonia: una settimana “controvento”

CALITRI – La settimana che stiamo vivendo segnerà probabilmente uno snodo importante nel prosieguo della lotta all’eolico selvaggio.

pa_banner

Saranno giorni in cui si proverà ad incanalare sui binari dell’azione unitaria le pulsioni nate nei singoli comuni prima attraverso l’operato dei comitati civici e poi delle amministrazioni.

Si comincia con la riunione di domani mattina del Progetto Pilota (ore 10 presso la Comunità Montana Alta Irpinia, a Calitri): alcuni sindaci hanno già assicurato che, pur non essendo il punto all’ordine del giorno, ne parleranno cercando il massimo della convergenza al tavolo dei venticinque, presieduto da Ciriaco De Mita. “Lo dissi già nello scorso mese di luglio – afferma Michele Di Maio, primo cittadino di Calitri -, è inutile pensare a politiche di sviluppo basate sul turismo e l’agricoltura se poi ci facciamo violentare il territorio con trivelle, torri e tralicci”.

La volontà di Di Maio è quella di trovare unità d’intenti sulle mosse da attuare per tentare di scongiurare un ulteriore pioggia di pale. “Moratoria regionale in attesa del Pear”, va ripetendo la fascia tricolore calitrana, forte delle assicurazioni ottenute dal governatore Vincenzo De Luca in campagna elettorale. L’amministrazione di Bisaccia, guidata da Marcello Arminio (che intanto, a proposito di moratoria, una diffida alla Regione Campania l’ha già inviata), ha poi organizzato per la sera, alle 18, una riunione più ristretta, alla quale parteciperanno i sindaci degli altri comuni maggiormente martoriati dalla piaga dell’eolico: Andretta, Aquilonia, Calitri, Lacedonia, Monteverde, Vallata. Sel antieolicoE’ in questa sede che, potendo magari contare anche sull’appoggio ottenuto in mattinata al tavolo del Progetto Pilota, questi comuni potranno elaborare un documento unitario per inoltrare alla Regione la richiesta di moratoria che fermi gli iter di approvazione per l’installazione di nuovi insediamenti eolici.

Il terzo appuntamento della settimana si terrà invece alle 17 di sabato 17 ottobre a Lacedonia, presso il Museo della Religiosità Popolare. In un incontro organizzato da Sel, Laboratorio della Sinistra, Centrosinistra Alternativo e Prc, si discuterà sempre della necessità di pervenire ad una moratoria, partendo però da un tema più vasto, vale a dire quello della salvaguardia ambientale, dello sviluppo ecocompatibile e della valorizzazione di risorse vitali quali aria e acqua e toccando anche il tema caldo della legalità, contro la violenza e le intimidazioni.

Al “confronto pubblico con i sindaci, gli amministratori, i comitati locali a difesa del territorio e dell’ambiente, con le associazioni, con Libera Avellino e con i cittadini”, interverranno esponenti di movimenti e comitati di Lacedonia, Bisaccia e Vallata, mentre la chiusura sarà affidata a Giancarlo Giordano, deputato di Sinistra, Ecologia e Libertà.

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.