Carabinieri Montella

Rumena arrestata per violenza su minore: dai domiciliari al carcere

MONTELLA – Arrestata mesi fa per violenza sessuale nei confronti di una minore e posta ai domiciliari. Ieri la modifica della misura interdittiva, con il trasferimento in carcere.

pa_banner

E’ l’epilogo di una storia che vede come vittima la più debole, una ragazzina di 14 anni, sorella della donna arrestata. L’adolescente aveva subito violenze dal fidanzato di sua sorella, un 32enne anch’egli rumeno, e da un amico di famiglia di 55 anni. La storia era stata scoperta nello scorso aprile dai Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Montella, i quali avevano arrestato le tre persone anche grazie all’auto dei servizi sociali, che avevano avuto sentore delle angherie che la ragazzina era costretta a subire.

L’attività investigativa aveva poi permesso di accertare e cristallizzare numerosi episodi durante i quali la giovane rumena era stata destinataria di attenzioni sessuali da parte dei due uomini. La sorella della vittima, che non aveva fatto nulla per evitare che la minore subisse questo tipo di vessazioni e che anzi l’aveva costretta a sottacere le violenze subite, era stata inizialmente posta agli arresti domiciliari.

Tuttavia, nel corso dei sistematici controlli dei Carabinieri di Montella finalizzati a verificare il rispetto delle prescrizioni impostegli, erano state accertate numerose violazioni.

Proprio grazie all’attività dei militari dell’Arma, il G.I.P. del Tribunale di Avellino ha accolto la richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica, diretta dal Procuratore Capo Dott. Rosario Cantelmo e, concordando con le risultanza investigative, ha inasprito la misura cautelare revocando gli arresti domiciliari e disponendo la custodia cautelare in carcere.

Su disposizione dall’autorità giudiziaria, la giovane rumena, una 22enne da qualche anno stabilmente in Italia, dopo le formalità di rito, è stata trasferita presso la Casa Circondariale di Foggia.