Scuola

Scrittori meridionali nei programmi scolastici, consiglio regionale approva l’odg

NAPOLI – Passa in consiglio regionale la mozione che chiede la revisione delle indicazioni ministeriali per l’insegnamento della letteratura italiana del Novecento.

pa_banner

Il testo, di cui è primo firmatario il presidente del Consiglio regionale Rosa D’Amelio, si intitola “Indicazioni Nazionali per i Licei. Iniziative per la revisione”.

“Sono molto soddisfatta”, afferma proprio la D’Amelio. “In questo modo – prosegue – abbiamo dato seguito all’iniziativa del Centro di Documentazione sulla Poesia del Sud e in particolare di alcuni suoi animatori, quali Saggese, Molinario, Iuliano, Di Napoli, Nannariello e Salvatore. Io stessa, oltre a ringraziare tutti i gruppi consiliari che hanno apposto la loro firma in calce alla mozione, riproporrò la questione in seno alla Conferenza delle Assemblee legislative regionali, di cui sono vice coordinatore”.

Rosetta D'Amelio durante la seduta di insediamento del nuovo Consiglio regionale della Campania, rinnovato dopo le elezioni del 31 maggio scorso, Napoli, 09 luglio 2015. ANSA/CESARE ABBATE
Rosa D’Amelio, presidente del Consiglio regionale

“E’ opportuno infatti – conclude – che anche le Regioni del Nord ci affianchino in questa sollecitazione al Governo e al ministro dell’Istruzione Stefania Giannini affinché vengano reinseriti gli scrittori del Sud all’interno degli elenchi ministeriali. Ad oggi gli autori meridionali sono completamente ignorati, mentre è citata una sola donna, Elsa Morante. L’impostazione geografica della letteratura italiana invece dovrebbe dare uguale dignità a tutte le aree del Paese per contribuire, come affermava De Sanctis, alla creazione della nostra identità culturale”.