US Lacedonia, buona la prima: Tommasiello stende lo Sporting Scampitella

LACEDONIA – Inizia col piede giusto, anzi giustissimo, il campionato per l’U.S. Lacedonia.

pa_banner

Tra le mura amiche del “Tonino Arminio”, la squadra di mister Caggiano riesce ad avere la meglio sullo Sporting Scampitella 2012, squadra combattiva e agonisticamente valida. Su un terreno di gioco reso viscido dalla pioggia insistente caduta nelle ultime 24 ore su tutta l’Irpinia, a risentirne, inevitabilmente, è il gioco e lo spettacolo.

Caggiano schiera un 4-4-2 nel quale Solazzo, sulla fascia destra di centrocampo, è l’uomo deputato a scombinare gli equilibri, scalando spesso e volentieri in avanti a supporto di Tommasiello e Baratta. Quest’ultimo agisce qualche metro alle spalle del numero 9, giocando spesso di sponda sui centrocampisti e andando, perché no, ad inserirsi e a cercare lo scambio stretto. La prima frazione, tuttavia, scivola su una parità non soltanto di risultato, ma anche di gioco e di dominio territoriale.

E’ la ripresa ad offrire qualche sussulto in più, con i padroni di casa che cercano la via della rete con maggiore insistenza. Lo Sporting Scampitella prova a tenere botta, organizzando il gioco attraverso l’esperienza di Aquilino, che dirige il traffico e smista palloni in mezzo al campo. Poche tuttavia le sortite offensive verso la porta di Pignatiello. La retroguardia, guidata da Celentano e Leone, tiene a bada le punte avversarie. Nel centrocampo rossoblù c’è tanta imprecisione: poca costruzione palla a terra di trame di gioco, quindi per gli uomini di Caggiano le occasioni da rete posso arrivare da un’azione personale o da calcio piazzato. E non è un caso che, prima della rete di Tommasiello, il palo di Baratta arrivi da un’iniziativa personale del numero 10, conclusa con un’ottima conclusione dai venti metri: Garruto ci arriva con la punta delle dita.

Il capitano Ivan Di Conza: sempre generoso, ma la sua prova non è da ricordare
Il capitano Ivan Di Conza: sempre generoso, ma la sua prova non è da ricordare

Passano pochi minuti e l’U.S. Lacedonia trova il vantaggio: Solazzo da calcio d’angolo dalla destra pesca in area Tommasiello, abilissimo a liberarsi della marcatura e a trafiggere l’estremo difensore avversario con un’incornata sul lato opposto. Rete di pregevole fattura, la prima di questo nuova stagione. E’ anche l’unica della gara, perché Pignatiello chiude la saracinesca e si oppone ai tentativi avversari di ristabilire il pareggio: il numero 1 sbroglia tante difficili situazioni uscendo in presa alta e liberando l’area. L’unico brivido per gli oltre centocinquanta spettatori accorsi sulle gradinate arriva a pochissimi minuti dallo scadere, quando Nicola Flammia calcia una punizione dai venticinque metri. Parabola “maledetta”, ma l’estremo difensore di casa dice no anche questa volta.

“Vittoria meritata – afferma il presidente dell’U.S. Lacedonia Antonio Vece, raggiante a fine partita -, davvero non avremmo potuto cominciare meglio la stagione: era fondamentale portare a casa i tre punti. E’ un esordio che dal punto di vista della mentalità e dell’intensità messe in campo ha smentito le amichevoli precampionato, non disputate al meglio delle nostre possibilità. Non abbiamo commesso distrazioni in difesa, e questo è certamente un merito da tenere fermo per il futuro. Questa vittoria ci dà tanto morale, e i ragazzi ne sono consapevoli. Con il lavoro e l’umiltà, e rispettando tutte le avversarie – chiude il presidente -, non potremo che fare sempre meglio”.

IL TABELLINO

US LACEDONIA – SPORTING SCAMPITELLA 2012 1-0 (0-0)

U.S. LACEDONIA: Pignatiello, Pelullo D., Carità, Celentano, Leone F., Di Conza (33′ s.t. Melchionna), Quatrale, Pelullo E., Tommasiello (40′ s.t. Rosi), Baratta, Solazzo (28′ s.t. Caffaro). A DISP: Caponigro, Pasciuti, Damiano.

SPORTING SCAMPITELLA 2012: Garruto, Flammia F., Lamatrice, Aquilino, Ferrara P., Grasso, Nuzzo, Cappetta (30′ s.t. Santoro), Flammia N., Lo Russo (K), Ferrara M. A DISP: Giannetta, Toto, Lodise. All. Michele Flammia.

AMMONITI: Solazzo e Celentano (L), Nuzzo (S).

RETE: 21′ s.t. Tommasiello

NOTE: Terreno di gioco scivoloso a causa della pioggia. Spettatori 150 ca.

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.