Polizia volanti notte

Violenta rissa in un pub tra compagni di squadra, due denunce nel capoluogo

AVELLINO – Da compagni di squadra a protagonisti di una rissa violenta. L’un contro l’altro armati.

pa_banner

E’ accaduto sabato sera in un pub del centro di Avellino, ma le denunce da parte della Polizia sono arrivate ieri, dopo un lavoro che ha permesso alle forze dell’ordine di risalire con certezza all’identità dei ragazzi.

Gli agenti hanno ricostruito l’esatta dinamica della lite scaturita poi in aggressione, che ha visto coinvolti un gruppo di giovani calciatori appartenenti ad una squadra dilettantistica irpina. Nella circostanza, dopo aver alzato un po’ troppo il gomito, un giovane della compagine calcistica, in evidente stato di ebbrezza, aveva formulato apprezzamenti poco carini nei confronti della moglie di un compagno di squadra.

Ne era perciò nata una violenta discussione, sedata sul nascere dai gestori dell’attività commerciale. Sembrava che tutto si fosse risolto, e invece l’alterco è proseguito in strada: tre ragazzi si sono affrontati, inizialmente con parole ingiuriose e minacce per poi passare alle vie di fatto, aggredendosi. Uno dei tre è rimasto ferito in quanto colpito al collo da una bottiglia che gli ha procurato lesioni guaribili in 7 giorni.

Grazie alle immediate indagini svolte nonché alle testimonianze acquisite sono stati individuati ed identificati gli autori dell’incresciosa vicenda, un 24enne ed un 25enne di Avellino che sono stati deferiti e in stato di libertà per lesioni aggravate in concorso.