1833news

Consiglio straordinario alla Camera di Commercio. De Caro bacchetta i Sindaci

BENEVENTO – Facciamo ripartire la produzione. E’ questa la parola d’ordine della Camera di Commercio di Benevento che con il suo presidente, Antonio Campese, ha ieri incontrato, in un Consiglio straordinario, tutti gli esponenti delle associazioni di categoria, le sigle sindacali e il sottosegretario alle Infrastrutture Umberto Del Basso De Caro.

pa_banner

Dopo un minuto di silenzio per ricordare le vittime della catastrofe, Campese ha raccolto gli appelli delle varie rappresentanze dei diversi settori danneggiati. “Oltre ai 500mila euro già stanziati – ha aggiunto il presidente Antonio Campese – stiamo cercando di attingere altre risorse, non ultime quelle di un fondo di Unioncamere per il quale incontrerò a breve i vertici degli istituti di credito”.

Molto forte l’intervento del sottosegretario, Umberto Del Basso De Caro il quale ha esordito puntando subito l’indice nei confronti dei due “gap” da scontare per la ripresa del Sannio.  Il primo è l’aumento dei comuni interessati che sono passati da 11 a 61. Il secondo, ben più importante del primo, è quello che ad oggi il Governo non può dichiarare lo stato di emergenza perché i dati che riportano i danni ancora non sono stati consegnati.

Il sottosegretario, incurante delle emergenze e difficoltà che attanagliano la quasi totalità dei comuni sanniti, ha bacchettato i sindaci che ancora non compilano la modulistica relativa alla rendicontazione dei danni subiti. “Solo diciotto comuni – ha detto il Sottosegretario – hanno risposto e consegnato le schede C, per le altre solo dieci. Se entro lunedì arrivano tutte le schede – ha concluso De Caro – la Regione sarebbe in grado di presentare tutta la documentazione a Roma, entro venerdì 30 ottobre