Vigneti

CibArt, Claai e Confindustria: AidForSannio, raccolta fondi per ripartire

BENEVENTO – L’alluvione della scorsa settimana nel Sannio ha provocato danni enormi (Il Sole 24 Ore li stima in circa 300 milioni), e dunque cominciano ad essere lanciate raccolte fondi per cercare di dare una mano concreta a chi ha avuto i maggiori danni.

pa_banner

CibArt, in collaborazione con CLAAI e CONFINDUSTRIA Benevento, lancia la campagna “AidForSannio”, una raccolta fondi per sostenere le imprese e il territorio del Sannio beneventano piegato dal nubifragio che ha devastato il territorio nei giorni scorsi provocando danni a imprese e cittadini per milioni di euro.

Per la raccolta fondi “AidForSannio” è stato istituito un Conto corrente bancario “Emergenza Alluvione” –  IBAN IT08N0200815004000103973030.

Stasera, la campagna sarà ufficializzata a Milano, nella città dell’Expo, presso il ristorante Basement, in occasione di una cena degustazione delle eccellenze agroalimentari del territorio beneventano e campano nella quale imprenditori e istituzioni sannite e campane incontreranno il mondo economico, finanziario e dei media nazionali.

L’iniziativa nasce con il duplice scopo di valorizzare le eccellenze locali e di sensibilizzare il mondo economico e istituzionale italiano al sostegno di un tessuto territoriale fatto prevalentemente di micro e piccole imprese che oggi, più che mai, alla luce delle ultime calamità naturali, richiede attenzione e sensibilità.

vigneto

“Abbiamo voluto che quest’appuntamento, programmato prima dei tragici eventi dei giorni scorsi – hanno spiegato Antonio Campese, Presidente Claai, e Filippo Liverini, vicepresidente di Confindustria Benevento -, diventasse l’occasione per restare al fianco dei cittadini e degli imprenditori sanniti piegati dal nubifragio dello scorso 14 ottobre. A Milano porteremo in tavola le nostre eccellenze enogastronomiche, le faremo conoscere a esponenti dell’élite economica, finanziaria e della comunicazione nazionale. Ma le ferite inferte dall’alluvione al nostro territorio e alla nostra comunità sono profondissime e riguardano il presente e il futuro di decine di migliaia di persone.  Il nostro dovere – concludono Campese e Liverini – è oggi quello di rimanere al fianco di chi soffre: ecco perché già durante la serata sarà avviata una raccolta fondi per offrire un aiuto concreto a tutti coloro che sono stati duramente colpiti dall’alluvione”.