elio

Settore lattiero – caseario, una risorsa per l’intera Valle del Titerno

CUSANO MUTRI – Si è tenuto nella giornata di venerdì a Cusano Mutri il convegno sul tema “Il Psr 2014-2020 ed il settore lattiero – caseario: sfide ed opportunita'”.

pa_banner

In una sala consiliare gremita, alla presenza di molti amministratori ed altrettanti operatori del settore, si è tenuta un’intensa e proficua discussione tesa ad individuare gli strumenti più opportuni per il rilancio e la valorizzazione del settore lattiero – caseario.

Tutti gli interventi hanno sottolineato la centralità del comune di Cusano Mutri in questo particolare tipo di filiera e, in generale, in un progetto di sviluppo complessivo dell’area del Titerno.

Ai saluti del consigliere comunale di Cusano Mutri, Angela Maturo, in rappresentanza dell’amministrazione comuale, del presidente del Gal Titerno, Antonio Ciabrelli e del presidente provinciale della Cia, Raffaele Amore, sono seguiti gli interventi di Antonio Campese, presidente Camera commercio di Benevento, di Elio Mendillo, amministratore delegato del Gal Titerno e di Varricchio, docente dell’Università del Sannio. Le conclusioni sono state affidate all’on. Erasmo Mortaruolo, consigliere regionale e vice-presidente della Commissione Agricoltura.

Mendillo ha ricordato l’impegno profuso dal Gal per lo sviluppo del territorio ed ha evidenziato una serie di dati economici che vedono il comune di Cusano Mutri in controtendenza rispetto ai dati generali che provengono dall’area titernina: “Partendo da questi dati – ha continuato Mendillo – e ritenendo che in economia il fattore emulativo sia determinante, si può aprire un circuito virtuoso per tutta l’area di attività del Gal Titerno”.

elio 2

Mendillo, sottolineando anch’egli le potenzialità del settore lattiero – caseario per l’intera Valle del Titerno, settore che tra l’altro ha subito in maniera meno cruenta gli effetti della crisi, ha poi sollecitato la politica regionale a giocare un ruolo diverso nel disegnare un programmo di sviluppo per queste aree. In ultimo Mendillo ha evidenziato la necessità di dotarsi di strumenti burocratico – amministrativi che consentano di sfruttare al meglio le potenzialità messe a disposizione del PSR 2014 – 2020.

elio 3

Erasmo Mortaruolo, dal canto suo, ha assicurato l’impegno fattivo del governo regionale in materia di agricoltura. Secondo Mortaruolo: “Il PSR 2014-2020 rappresenta una delle sfide più importanti per il futuro della nostra  Regione. Buona parte delle nostre chances di successo si giocheranno sulla capacità di incidere al meglio sui processi di crescita economica e sociale proprio attraverso la nuova programmazione”.

Allo stesso tempo, però, secondo il consigliere regionale: “Dobbiamo avere la consapevolezza che bisogna affrontare una sfida che esige la nostra capacità di dar vita ad un nuovo modello di agricoltura. La Campania, ed il Sannio in particolare, devono scommettere in campo agricolo sull’innovazione, sulla ricerca e sulla valorizzazione delle eccellenze del territorio”.

elio 4