Il consiglio comunale di Telese Terme

Telese, le minoranze attaccano la giunta Carofano: Superficiale e incompetente

TELESE TERME – Ancora duro scontro in consiglio comunale a Telese Terme.

Fiera Di Calitri prova

Attraverso un comunicato, la minoranza attacca ancora l’amministrazione Carofano, definita “superficiale e incompetente”. Ecco il testo integrale.

“Consiglio comunale del 10 ottobre: sconcerta la superficialità e l’incompetenza dell’amministrazione Carofano. Invece di prendere atto degli errori, sia di forma che di sostanza politica, continuano ad aggiungerne altri. Dopo averlo diffidato a proclamare l’approvazione degli emendamenti, chiediamo al presidente del consiglio di procedere ad emendare il bilancio di previsione 2015 e ad avviare serie valutazioni circa l’operato suo e della macchina amministrativa.

Telese non meritava questo triste e assurdo spettacolo. Hanno provato ad inventare soluzioni amministrative per un pasticcio che non ha precedenti, e che nasce dai primi emendamenti al bilancio presentati nella storia amministrativa del nostro comune. Non si erano resi conto che, con la loro astensione, li avevano fatti passare. “Pianificazione energetica e smart city, “Manutenzione straordinaria e valorizzazione e tutela del parco Iacobelli e delle vie dell’acqua”, “Sistema turistico territoriale”, “Piano per la manutenzione straordinaria e ordinaria degli impianti sportivi”, “Piano acquisti verdi – GPP”, “Casa delle culture, incremento spese per l’integrazione sociale e attrezzature per diversamente abili”: questi sono i contenuti (la sostanza politica) entrati a far parte del bilancio grazie alle opposizioni.

Ci hanno messo un bel po’, ma alla fine si sono resi conto che avevamo ragione noi. Di qui la scelta di tornare a rivotare gli emendamenti, per tentare di salvare il loro bilancio. Eppure bastava aver letto il regolamento, cosa che sindaco, presidente, assessori e consiglieri non hanno sentito il dovere di fare. Questi sono i nostri amministratori.

Poi hanno pensato di confermare anche il loro bilancio di previsione. Un altro voto, quindi. Solo che, in tal caso, si sforerebbero i termini di approvazione intimati dal prefetto con la diffida dell’11 agosto. Così facendo mettono l’ente a rischio di scioglimento.

Il 4 ottobre avevamo diffidato il presidente del consiglio comunale a proclamare l’approvazione degli emendamenti, a procedere ad emendare il Bilancio di previsione 2015 e a ritirare i relativi punti, illegittimamente reiscritti all’ordine del giorno del prossimo consiglio. Avevamo sottolineato che si potrebbero prefigurare comportamenti omissivi dei doveri di ufficio. Nessuna risposta.

Telese Terme

Oggi apprendiamo che il Prefetto di Benevento, da noi incontrata la scorsa settimana, interviene duramente per intimare al presidente di rispondere alle nostre varie richieste, inevase a partire dal 5 settembre. Soprattutto, il prefetto rileva l’irritualità della ripetizione delle votazioni su emendamenti e bilancio 2015, al punto che «potrebbero invalidare l’approvazione del predetto documento contabile, stante l’avvenuta decorrenza del termine assegnato». Tali atti, infatti, «non trovano fondamento nella normativa vigente».

Ogni commento risulta superfluo. Aggiungiamo che il consiglio è convocato in violazione del regolamento anche per altri motivi, che saranno illustrati all’avvio dei lavori.

Sabato 10 ottobre, alle ore 10, l’importantissimo consiglio viene convocato presso la cosiddetta biblioteca comunale, praticamente in area mercato. Forse vogliono ostacolare la partecipazione dei cittadini e impedire a molti di ascoltare la discussione su questi e altri importantissimi temi. Si parlerà infatti anche di surroga di Bozzi e Romano (entrano Selvaggio e Serafini); delle linee programmatiche; del riconoscimento di debiti per 180.000 euro (doppio pagamento dell’isola ecologica). Si parlerà anche delle nostre iniziative e proposte: proroga dell’incarico al responsabile dell’area tecnica; baratto amministrativo; progetto SEM per la Smart City; Pianificazione energetica, cambiamenti climatici e fondi strutturali; Parco Iacobelli e Vie dell’Acqua; distretto sanitario e tavolo istituzionale.

Soltanto aver pensato di poter affrontare tutti questi temi in una sola seduta dà l’idea delle difficoltà, da parte del presidente del consiglio e dell’intera maggioranza, a comprendere la reale portata dei problemi e delle potenzialità della città che amministrano”.

Per Telese Riparte                                                                               Per Telese Bene Comune

f.to Angela Abbamondi                                                                      f.to Gianluca Aceto

f.to Marilia Alfano

f.to Vincenzo Fuschini

  • Francesco Silvestri

    E’ scandaloso, invece di risolvere problemi, questi amministratori li ingigantiscono. Mi rivolgo a chi li ha scelti: vi rendete conto di coloro che vi rappresentano?, Vi rendete conto che c’è un bilancio da approvare e che non potrà essere approvato grazie alla incapacità amministrativa della maggioranza?. In futuro imparate a scegliere le persone che vi andranno a rappresentare e che faranno il vostro interesse e quello della comunità, non i propri interessi