carabinieri-inps975

Denunciato falso invalido. Deve restituire all’Inps 30mila euro

SANT’ANGELO DEI LOMBARDI – Gli viene riconosciuta la pensione di invalidità e un’indennità di accompagnamento con l’obbligo di sottoporsi però a visita annuale di revisione. Lui però fa perdere le sue tracce e per tre anni incassa indebitamente la pensione.

pa_banner

E’ la storia di un 41enne ritenuto responsabile dei reati di truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato, individuato dai Carabinieri della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi e denunciato alla competente Autorità Giudiziaria.

L’uomo, originario di un comune del napoletano, dal 2012 dopo essere stato ritenuto invalido al 100% beneficiava di una pensione a carico dell’I.N.P.S. con l’aggiunta dell’indennità di accompagnamento per le gravi condizioni documentate.

I Carabinieri della Stazione di Sant’Angelo dei Lombardi, grazie ai controlli ed alle informazioni assunte presso l’I.N.P.S. e le Aziende Sanitarie Locali del territorio, hanno scoperto che l’uomo attraverso un repentino cambio di residenza tra la provincia di Napoli e quella di Avellino non si era mai più sottoposto a visita di controllo.

Dopo aver accertato i fatti per il 41enne è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Napoli e l’obbligo di restituire all’I.N.P.S. la somma di 30mila euro pari a quanto illegittimamente percepito.