Un insediamento di macro-eolico

Eolico, i comitati in coro: Bene il consiglio congiunto, ma forse fuori tempo

BISACCIA – Nell’assemblea comunale congiunta di ieri, a Bisaccia, al versante politico si affiancava quello dei comitati civici, la cui incessante attività ha fatto in questi mesi da pungolo alle amministrazioni.

Fiera Di Calitri prova

Sorti soprattutto negli ultimi anni a difesa di un territorio ormai devastato e violentato da parchi eolici (e relative “opere connesse”) il cui insediamento non conosce tregua, i comitati – Bisaccia, Lacedonia, Vallata, Guardia Lombardi – hanno sfruttato l’occasione concessa loro dal sindaco Arminio per parlare direttamente ai sindaci del territorio.

In effetti, un bel po’ di comuni dell’Alta Irpinia sono una miniera per le società eoliche, che sono arrivate a produrre, soltanto in questa zona, il 7% dell’energia prodotta dall’eolico a livello nazionale. “Ma siamo al 100% del nostro fabbisogno domestico”, ha aggiunto il sindaco di Calitri Michele Di Maio.

Rocco Pignatiello, Comitato No Alta Tensione - Lacedonia
Rocco Pignatiello, Comitato No Alta Tensione – Lacedonia

“E i benfici?”, si è chiesto nel suo intervento Rocco Pignatiello, del Comitato di Lacedonia, No Alta Tensione, sorto per combattere contro la realizzazione dell’elettrodotto da 150 KV Lacedonia-Aquilonia-Bisaccia. “Benefici zero – ha proseguito -, solo disastri. Disastri ambientali e anche sociali: l’assenza di controllo produce corruzione e criminalità”, ha affermato Pignatiello con riferimento a quella dozzina di attentati che ha attanagliato il territorio altirpino negli ultimi mesi.

Un’escalation di attentati che ha indotto pochi giorni fa il Prefetto Carlo Sessa a convocare una riunione del Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico. ricordata negli interventi dei comitati civici , che hanno preso la parola e partecipato alla discussione mettendo sul tavolo alcuni elementi a loro parere fondamentali.

Nicola Cicchetti, Comitato Voria - Vallata
Nicola Cicchetti, Comitato Voria – Vallata

Nel lodare lo spirito dell’iniziativa (“che però andava fatta nel 2003, per contrastare la 387”) hanno messo l’accento sulla necessità che i comuni prendano parte alle conferenze di servizio “facendo le pulci ai progetti in avanzamento”, come ha affermato l’avvocato Nicola Cicchetti, presidente del Comitato Voria; sul bisogno di uno stop reale agli insediamenti eolici attraverso la richiesta immediata della moratoria; sul coinvolgimento dei comuni nella successiva redazione del Pear. Sempre Cicchetti ha proposto la mappatura degli usi civici, dal momento che i terreni gravati da uso civico vengono riconosciuti dalla legge Galasso, che riserva loro tutela ambientale.

Michele Solazzo, comitato No Eolico Selvaggio - Bisaccia
Michele Solazzo, comitato No Eolico Selvaggio – Bisaccia

Dal comitato bisaccese No all’Eolico Selvaggio, Michele Solazzo ha invece avanzato alcune proposte, già messe sul tappeto durante la riunione di un paio di settimane fa a Lacedonia. Ripubblicizzazione del vento, così come è accaduto per l’acqua; “energia a chilometro zero: va prodotta là dove serve, per evitare di accumularla nelle sottostazioni e poi di trasferirla altrove attraverso elettrodotti o, se va bene, cavidotti”, ha aggiunto Solazzo.

Gerardo Di Leo, Comitato di Guardia Lombardi
Gerardo Di Leo, Comitato di Guardia Lombardi

Polemiche nei confronti dell’operato della Regione Campania non potevano mancare. E’ stato Gerardo Di Leo, del Comitato di Guardia Lombardi, ad introdurle nel dibattito. “Cosa ne sanno a Napoli del nostro territorio?”, ha chiesto. “Pochi giorni fa a Bisaccia si è tenuta la Borsa del foraggio, un’ottima iniziativa. Il foraggio viene prodotto in grande quantità sul Formicoso: con tutti questi insediamenti eolici e con tutti quelli ancora in via di autorizzazione, sarà un altro bene bruciato di questo territorio, perché perderà le proprietà che lo caratterizzano”.

 

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.