De Luca Bonavitacola

Eolico, De Luca dal “no” al “ni”: Sulla moratoria verificheremo

MONTELLA – L’occasione era ghiotta per assestarsi sulle proprie posizioni e, perché no, per battere un colpo.

pa_banner

Il giorno dopo la notizia dei nuovi incentivi all’eolico (800 milioni in due anni) votati dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni, Vincenzo De Luca arriva a Montella. Si apre la XXXIII Sagra della Castagna Igp, e il governatore non può mancare ad un appuntamento fondamentale per un settore schiacciato due anni fa dal cinipide e ora in netta ripresa.

Parla di supporto all’agricoltura (“con incentivi alle imprese: puntiamo ai mercarti che vogliono la qualità”) e al turismo (“punto a riaprire la Avellino-Rocchetta, è la ferrovia del paesaggio”), ma non dribbla i temi ambientali. Che probabilmente erano i più attesi da parte di quel nutrito stuolo di sindaci presenti all’incontro.

Netto e deciso il “no” alle trivellazioni: “Se le vadano a fare da un’altra parte, certamente non le faranno qui, nel bacino imbrifero più importante d’Europa”. Una posizione che pare anche politica. Meno politica e più personale quella sull’eolico: “Le pale sono orribili, sono devastanti dal punto di vista dell’impatto. Se ci fosse la possibilità di sviluppare il mini eolico sarebbe meglio”. Una posizione personale, appunto, perché quella politica, ovvero riguardante la delibera partorita dall’assemblea consiliare congiunta dello scorso 28 ottobre a Bisaccia con annessa richiesta di moratoria regionale sull’eolico, è la seguente: “Sulla moratoria verificheremo, ma ragioniamo senza posizioni ideologiche. Per quello che mi riguarda, non sempre si potrà installare un parco eolico: i controlli saranno più rigorosi, e i sindaci dovrebbero avere più potere”.

Una posizione politica molto meno ferma rispetto a quella sulle trivellazioni. Una posizione che viene se possibile spiegata meglio in qualche passaggio successivo: “L’ambientalismo vero è quello che offre lavoro e sviluppo, il resto è idiozia”.

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.