carabinieri ambulanza

Giovane con disturbi psichici uccide i genitori a colpi d’ascia: in fuga, è stato arrestao

FRIGENTO – Il dramma si è consumato nella tarda mattinata di oggi, in Contrada Amendola, a Frigento.

Fiera Di Calitri prova

I.F., un ragazzo di circa 25 anni, ha ucciso i suoi genitori, Michele e Maria, a colpi d’ascia. Non si sa se il macabro delitto sia avvenuto dopo una sedazione dei genitori, sui quali avrebbe poi infierito con l’arma, oppure a seguito di un raptus improvviso.

Sul posto sono subito intervenute le forze dell’ordine: i carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano, guidati dal capitano Madaro, i colleghi di Ariano Irpino e la Polizia del Tricolle, a cui avrebbe già confessato la propria responsabilità nel doppio parmenicidio.

Il ragazzo aveva già in passato segni di squilibrio mentale, decapitando una statua all’interno della chiesa di San Michele Arcangelo a Sturno. A seguito di questo atto rimase in cura per qualche tempo presso una struttura apposita.

Comprensibilmente sotto choc la comunità di Flumeri, così come gli altri tre figli della coppia.

AGGIORNAMENTO 18:44 – Ivano Famiglietti è stato arrestato dai carabinieri.

17:56 – Ivano Famiglietti, 27 anni, è tuttora ricercato dalle forze dell’ordine. Dopo il duplice parmenicidio, infatti, il giovane si è dato alla fuga. La sua cattura dovrebbe essere imminente.

Rivista anche la dinamica: Famiglietti avrebbe rincorso i genitori fuori dalla loro casa di campagna, in contrada Amendola, per finirli colpendoli ripetutamente con un’ascia. Il giovane in passato ha avuto anche problemi di tossicodipendenza e, a quanto fanno sapere gli inquirenti, collegamenti con sette sataniche attraverso Facebook (basta vedere il suo profilo). Recentemente avrebbe asportato e portato via l’effige del demonio da una cappella di campagna.