Lacedonia, continua la galoppata: seppellisce il Frigento e allunga in classifica

LACEDONIA – Quinta vittoria in altrettante gare per l’U.S. Lacedonia, che allunga in classifica, confermandosi al primo posto del Girone D del campionato di Prima Categoria.

Fiera Di Calitri prova

Ancora prolifico l’attacco e ancora imbattuta la difesa, con la porta di Giovanni Pignatiello che resta inviolata per la quinta gara. Baratta, Quatrale, Solazzo e Caffaro consegnano a mister Caggiano altri tre punti fondamentali per il prosieguo della stagione, una stagione che ora pare volgere davvero al bello.

Nella formazione titolare Caggiano opta per le tre punte, e a farne le spese è ancora Solazzo, che parte dalla panchina. Centrocampo a tre, con Euplio Pelullo, Di Conza e Quatrale a coprire le sortite offensive di Baratta, Di Iesu e Tommasiello. Prima frazione nella quale i padroni di casa provano a sfondare senza riuscirci, contro un Frigento che in realtà non dà mai la sensazione di essere pericoloso. Poco dopo la mezzora è Baratta, leggermente decentrato a sinistra, a ricevere palla, accentrarsi e sparare verso la porta avversaria, trafiggendo Grieco de portando in vantaggio i rossoblù (a proposito, non pochi i mugugni dal pubblico per la maglia verde ormai sempre utilizzata in casa).

Nella ripresa, considerata anche la scarsa reazione degli ospiti, il Lacedonia alza il ritmo alla ricerca della rete della tranquillità. Dopo un quarto d’ora è Quatrale a mettere in ghiaccio la gara risolvendo una mischia a pochi passi dalla porta avversaria (vedi video). Da quel momento, la partita si fa in discesa: Caggiano opera due cambi “conservativi” e, aggiungiamo, azzeccati: fuori Quatrale e Tommasiello, dentro Caffaro e Solazzo: dal 4-3-3 si passa al 4-4-2, con i neo-entrati ad agire sulle fasce di centrocampo. Ed è proprio Solazzo, dopo soli cinque minuti dal suo ingresso in campo, a fuggire a destra sul filo del fuorigioco e a insaccare beffando Grieco, che si aspettava un traversone basso e che invece si trova a raccogliere la palla in fondo al sacco.

L'attaccante Fabio Di Iesu
L’attaccante Fabio Di Iesu

La rete di Caffaro arriva invece allo scadere, quando il giovane è abile a insaccare una respinta di Grieco su conclusione ravvicinata di Di Iesu, che stoicamente aveva resistito a mille cariche di un avversario per trovare la via della rete.

Al triplice fischio del signor Russo di Ariano Irpino, applausi convinti del pubblico lacedoniese, che si gode il primato solitario in classifica. Applausi che arrivano anche dal presidente Antonio Vece: “Prestazione ottima da parte dei ragazzi – dichiara a caldo -, era importante vincere, confermarci e dare continuità ai risultati. Ma permettetemi un elogio particolare alla difesa, che per la quinta gara consecutiva è rimasta imbattuta. Siamo felici che la striscia positiva continui, ma sappiamo che nel calcio la gioia può durare solo alcune ore: e già tempo di concentrarci sulla prossima gara, l’insidiosa trasferta contro il Miscano. Sarà un primo esame di maturità”, chiude Vece.

TABELLINO

U.S.LACEDONIA: Pignatiello, Pelullo D., Carita, Celentano, Leone F., Di Conza (32′ s.t. Melchionna), Quatrale (15′ s.t. Caffaro), Pelullo E., Di Iesu, Tommasiello (15′ s.t. Solazzo), Baratta. A DISP.: Rosi, Caponigro, Damiano. All.: Caggiano.

U.S. FRIGENTO: Grieco, Abbondandolo, Rossetti A., Pazienza, Bosco, Salierno, Noviello, Stanco, Baratta, Abbondandolo, Rossetti C.. A DISP.: Calo R., Cocchiola, Capobianco, Rossetti L., Calo V., Matteis. All.Nardone.

ARBITRO: Cristopher Russo di Ariano Irpino

RETI: 33′ p.t. Baratta, 10′ s.t. Quatrale, 30′ s.t. Solazzo, 45′ s.t. Caffaro.

ESPULSO: 40′ s.t. Baratta

NOTE: giornata di sole, spettatori circa 100.

Domenico Bonaventura

Informazioni su Domenico Bonaventura

Classe 1984, lacedoniese d'origine e lacedemone di spirito. Direttore responsabile de Lanostravoce.info. Appassionato di attualità politica, sportiva e mediatica. Laureato in Scienze Politiche, indirizzo Comunicazione politica, economica ed istituzionale, presso la Luiss "Guido Carli" di Roma. Sono autore del saggio "Parole e crisi politica" (Ilmiolibro.it - 2013). Iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti, collaboro con la redazione di Avellino de Il Mattino e sono responsabile di diversi uffici stampa.