m5s

D’Amelio, malore in Consiglio regionale, seduta sospesa tre volte. Ma lei: Sto meglio

NAPOLI – Una seduta di straordinaria follia quella del Consiglio regionale di oggi pomeriggio, sospeso per ben tre volte dal M5S.

Fiera Di Calitri prova

I consiglieri pentastellati hanno occupato i banchi della presidenza provocando un caos enorme, al termine del quale il Presidente D’Amelio è stata costretta a fare ricorso al personale del 118 per un malore.

Tutti attendevano il Presidente De Luca, che doveva riferire in aula sull’inchiesta che si è abbattuta sulla Regione Campania ed invece è stata subito bagarre con i consiglieri cinque stelle che hanno occupato lo scranno della presidenza e impedito a Rosetta D’Amelio di aprire la seduta. Dopo un violento diverbio con i pentastellati, il Presidente grazie ad un microfono ha sospeso il Consiglio e convocato con urgenza la conferenza dei capigruppo tra le polemiche e le proteste dei grillini.

In questo clima infuocato la presidente del Consiglio regionale della Campania, è stata colta da malore e ha fatto ricorso al 118 per accertamenti. Lo ha reso noto il capogruppo del Pd, Mario Casillo, nel corso di una conferenza stampa convocata dalla maggioranza dopo il caos in Consiglio regionale. Il malore è sopraggiunto in seguito all’episodio avvenuto poco prima in aula, quando la grillina Muscarà si è avventata sulla presidente.

Non è chiaro, mentre scriviamo, se De Luca potrà o meno tenere la sua relazione sull’inchiesta in cui è coinvolto. La maggioranza, intanto, ha confermato la disponibilità del governatore a discutere in aula ma in un clima diverso.

Pochi minuti fa, intanto, attraverso il proprio profilo Fb, il presidente del Consiglio regionale ha confermato il fatto: “Ringrazio quanti si sono preoccupati per la mia salute in queste ore concitate e stanno inviando messaggi o telefonando. Sono stata visitata – ha scritto – e sto meglio. Ho bisogno di un po’ di riposo”.

Foto: Salerno Today