Diga di Campolattaro

Alluvione Sannio, da Sibilia (M5S) interrogazione su diga di Campolattaro

BENEVENTO – Non è ancora chiara la funzione della Diga di Campolattaro in merito all’alluvione che il 15 ottobre scorso ha devastato il Sannio.

pa_banner

Proprio a proposito del funzionamento dell’invaso artificiale, il deputato del Movimento 5 Stelle Carlo Sibilia ha depositato un’interrogazione a risposta scritta ai Ministri dell’Ambiente e delle Infrastrutture. “Poiché la Procura della Repubblica di Benevento, come riportato dai media locali, ha acquisito la documentazione relativa alla gestione della diga di Campolattaro nel terribile giorno dell’alluvione – spiega Sibilia -, ho ritenuto opportuno chiedere al Ministero dell’Ambiente e a quello delle Infrastrutture se le manovre di alleggerimento della pressione dell’acqua possano aver peggiorato gli effetti dell’alluvione”.

“Se fossero accertate reali responsabilità e di conseguenza si dovesse provare il reato di inondazione colposa come ipotizzato dagli inquirenti – prosegue il portavoce 5 Stelle – saremmo in presenza di una gravissima vicenda. Il popolo sannita, con grande dignità, vive purtroppo ancora gravi difficoltà nel ritorno all’ordinarietà quotidiana e certamente non vorrebbe sapere di aver subito conseguenze negative anche a causa di colpe di natura tecnica. Finito il tempo della conta dei danni, è giunta l’ora di ricostruire. Il Governo, chiuso in queste settimane in un silenzio assordante – chiude Sibilia -, faccia fino in fondo la sua parte al fianco delle comunità di Benevento e provincia”.