Carlo Sibilia loc. Pantano

Stato di emergenza, Sibilia (M5S): Dal governo indifferenza, ora vigilare sui fondi

ROMA – “Uno Stato attento alle esigenze dei suoi cittadini agisce immediatamente”.

pa_banner

Commenta così modo Carlo Sibilia, deputato del Movimento 5 Stelle, la dichiarazione dello Stato di emergenza per il Sannio, arrivata dal Consiglio dei ministri di oggi. “Meglio tardi che mai? No. Non dobbiamo essere contenti – prosegue Sibilia – se le cose che ci spetterebbero di diritto arrivano con ritardo perché è sempre meglio di niente. Ancora una volta abbiamo dovuto registrare tempi lunghi ed indifferenza da parte del Governo, e a farne le spese sono stati, come sempre, i cittadini. In particolare quelli del Sannio che, solo oggi, a distanza di 22 giorni, hanno ottenuto dal Governo la dichiarazione di stato di emergenza”.

“Noi in Parlamento abbiamo spinto con tutte le forze perché arrivasse questo provvedimento. Io stesso – incalza Sibilia – sono intervenuto martedì scorso in aula chiedendo a gran voce che il Governo, chiuso per settimane in un silenzio assordante, agisse. Finalmente oggi è stato dichiarato lo stato di emergenza che sarà accompagnato dallo stanziamento di quasi 40 milioni di euro per gli interventi immediati di ricostruzione e di prevenzione del rischio idrogeologico. Il nostro fiato sul collo è servito. Ora continueremo a vigilare sui fondi. I soldi servono agli abitanti per le case distrutte, agli imprenditori per le aziende chiuse, ai cittadini per le strutture pubbliche danneggiate. Nessuno – conclude il deputato pentastellato – pensi di lucrare o di fare business come è accaduto in altre circostanze. Ci saremo noi a controllare”.