782064-truffe

Truffe agli anziani, i Carabinieri: si fingono amici dei figli per il raggiro

VENTICANO – È la moda del momento, l’ultima esca per la truffa agli anziani, quella di presentarsi come amico del congiunto ed ottenere soldi per “risolvere” quella difficoltà.

pa_banner

Il fenomeno, esploso questa estate, sembra essere arrivato anche in Irpinia dove le vittime di reato con più di 65 anni, fanno registrare nel 2015 un più 3,5%. Un numero che avrebbe, quasi certamente, una consistenza più rilevante qualora tutte le truffe fossero denunciate, ma in moltissimi casi questo non avviene per paura, vergogna o sfiducia.

Quella paura, che non hanno avuto i due coniugi di Venticano presi di mira, ieri, da alcuni truffatori, scaltri e senza scrupoli. I due anziani hanno aperto le porte ad un uomo sulla quarantina che aveva bussato al loro portone fingendosi un caro amico del loro figlio. Nomi, circostanze, dettagli, tutto sembrava confermare quel legame forte con il loro figlio che avrebbe emesso un assegno mai onorato.

Tra un complimento e una domanda per conquistare la fiducia dei pensionati, una telefonata. Poi la disponibilità del “cortese truffatore” ad aiutare il ragazzo e quindi la richiesta, agli anziani, di contanti per scongiurare le conseguenze disastrose di un assegno destinato al protesto. Una trappola perfetta a cui ha abboccato la mamma del ragazzo che, dopo aver racimolato in casa trecento euro, ha visto il giovanotto allontanarsi di corsa.

Immediata la denuncia alla locale Stazione dei Carabinieri di Dentecane che hanno avviato le indagini per risalire all’identità del malvivente che, senza alcun dubbio, ha agito grazie alle dettagliate informazioni di qualche residente del luogo. Mentre si stanno visionando i filmati delle telecamere, dei sistemi di video sorveglianza attivi nei comuni di Pietradefusi e Venticano, le indagini si allargano al mondo delle tossicodipendenze.

Per completezza di informazione, nella sola giornata di ieri sono state presentate altre due denunce per altrettanti tentativi di truffa, sempre a Venticano, fortunatamente non andati a buon fine.