Carcere Borbonico

Provincia e Procura, domani il resoconto di quattro anni di lavoro comune

AVELLINO – Un incontro pubblico per fornire un resoconto circa le attività svolte da Provincia e Procura, dopo il Protocollo d’intesa per la promozione dei progetti di innovazione tecnologica.

pa_banner

Si terrà domani, con inizio alle 10, presso l’Auditorium del Complesso Monumentale ex Carcere Borbonico, con ingresso da via De Marsico. Il Protocollo, siglato dalla Provincia di Avellino e dal Ministero della Giustizia in data 10 ottobre 2011, ha consentito l’adeguamento delle infrastrutture e l’avvio di progetti nazionali. All’appuntamento saranno presenti il Presidente della Provincia, Domenico Gambacorta, e il capo della Procura della Repubblica di Avellino, Rosario Cantelmo.

“Alla luce e dei risultati ottenuti grazie a tale accordo – si legge in un comunicato di Palazzo Caracciolo – è stato successivamente attivato, in data 24 febbraio 2015, il protocollo d’intesa avente ad oggetto l’acquisizione di risorse finanziarie per l’attivazione del sistema documentale denominato T.I.A.P. (Trattamento Informatico degli Atti Processuali Penali), già utilizzato da diverse Procure e Tribunali del distretto, che consentisse l’introduzione delle nuove tecnologie negli Uffici della Procura della Repubblica di Avellino, in ossequio con le Linee Strategiche “Verso il Sistema nazionale di e-government” del Ministero per le Riforme e le Innovazioni nella Pubblica Amministrazione ed il Piano Strategico per la Società dell’Informazione della Regione Campania.

Il piano straordinario per l’attuazione del programma di digitalizzazione della Giustizia varato dal Ministero della Giustizia e dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’innovazione, ha come obiettivi quelli di ridurre i tempi di erogazione dei servizi accessori, facilitare il lavoro dei Magistrati ed operatori della giustizia, ridurre i costi di gestione e funzionamento della macchina amministrativa, liberare risorse umane, semplificare la fruizione dei servizi da parte dei cittadini.

In tale ottica, l’adozione del sistema T.I.A.P. – applicativo di proprietà del Ministero della Giustizia -, attraverso la completa digitalizzazione degli atti processuali penali ha consentito il raggiungimento di molteplici risultati e l’ottenimento dei vantaggi reali in termini di semplificazione di gestione del materiale procedimentale-processuale che vanno dalla consultazione degli atti fino al rilascio copie automatizzato per i difensori, traducendosi in tangibili benefici per gli Uffici Giudiziari e gli utenti della giustizia della Provincia di Avellino.

Infatti, l’introduzione del sistema ha consentito la gestione informatizzata di tutte le fasi che si succedono, dalla iscrizione della notizia di reato fino all’esaurimento dei vari gradi di giudizio:

* fase investigativa

* dell’indagine preliminare

* dell’udienza preliminare

* del dibattimento

* dell’impugnazione dei provvedimenti

* gestione amministrativa

Agli importanti vantaggi in termini di velocizzazione ed aumento di efficacia ed efficienza nella gestione del procedimento, si aggiungano quelli derivanti dalla riduzione complessiva dei costi di gestione e, aspetto non trascurabile, l’impatto ambientale derivante dalla drastica”.