Cittadella della carità Bn

Ecco la Cittadella della Carità e il Dossier sulla povertà, don Nicola: Dobbiamo reagire

BENEVENTO – L’inaugurazione della “Cittadella della Carità Evangelii Gaudium”, in via San Pasquale, a Benevento, dà alla città un luogo dove testimoniare l’amore verso il prossimo.

pa_banner

La struttura, gestita dalla Caritas di Benevento, è stata inaugurata nella tarda mattinata di ieri, anche se in realtà era operativa già dallo scorso 15 ottobre, nei momenti immediatamente successivi alla disastrosa alluvione. Benedizione da parte dell’Arcivescovo metropolita di Benevento, Monsignor Andrea Maugione.

“Questa cittadella – ha affermato Maugione – deve essere il cuore di tutta l’opera della Chiesa sul territorio”.

All’appuntamento giornata hanno preso parte anche il Direttore di Caritas Italiana, monsignor Francesco Soddu, e il sindaco di Benevento Fausto Pepe: l’edificio, infatti, è di proprietà comunale ed è stato affidato alla Caritas sannita.

Nell’occasione è stato presentato anche il “Dossier sulle povertà”. All’incontro hanno partecipato: Angelo Moretti, coordinatore Caritas Diocesana; Mariapia Mercaldo, responsabile dell’Osservatorio Diocesano sulle povertà e Rosa D’Aniello, che ha avuto il compito di presentare la Campagna di Partecipazione “e tu?”.

Lo studio si riferisce al biennio 2013/14 e mostra un quadro molto complesso per il Sannio. Il 2012, che ha visto circa 1400 persone rivolgersi ai diversi servizi, è stato l’anno peggiore dal punto di vista sociale. Negli anni successivi la situazione si è stabilizzata intorno ai mille utenti, una cifra piuttosto elevata: più della metà è costituita da persone che usufruiscono delle attività in maniera costante.

Anche il numero di immigrati è aumentato negli ultimi anni. Provenienti in particolare da Romania e Marocco, chiedono occupazione e abitazione. Con l’aumento degli arrivi, nel 2014 questo numero è andato aumentando.

“La situazione non è semplice”, ha spiegato il responsabile della Caritas di Benevento don Nicola De Blasio. Ci troviamo ad affrontare una nuova condizione di povertà: la classe media è in via di estinzione, e chi ne faceva parte e viveva dignitosamente oggi spesso si rivolge a noi. Questa alluvione è stata un altro duro colpo, ma bisogna reagire”.

FOTO: benevento.zon.it