Istituto Magistrale De Sanctis

Lacedonia, la Regione sorpassa la Provincia: sì a corsi serali per diploma tecnico

LACEDONIA – Attivazione di corsi di studio di secondo livello finalizzati al conseguimento del diploma di istruzione tecnica.

pa_banner

E’ questo quanto stabilito dalla delibera n.22 della Giunta regionale dello scorso 17 gennaio, in materia di rete scolastica e piano dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2017/2018. La Regione ha infatti accolto le istanze provenienti dall’aministrazione comunale di Lacedonia e dal dirigente scolastico dell’Istituto Omnicomprensivo “Francesco De Santis” di Lacedonia, la professoressa Rosa Cassese, che hanno spinto perchè si arrivasse a questa integrazione del piano formativo licenziato dagli uffici provinciali, prima, e regionali, poi, nello scorso dicembre.

Si tratta di una novità che viene salutata con grande soddisfazione sia dal sindaco Antonio Di Conza che dalla stessa professoressa Cassese. “Sì, è un risultato molto importante – afferma Di Conza -, che darà maggiore lstro al nostro istituto e al nostro paese, che da anni fa della cultura un fiore all’occhiello. Sarà importante soprattutto vista la presenza di due nuclei industriali nel nostro territorio (quello di Calaggio, ricadente proprio nel territorio di Lacedonia, e quello di San Nicola di Melfi, ndr): si può attirare in questo modo un bacino di lavoratori da queste aree, ma anche di stranieri e non impiegati che hanno l’esigenza di conseguire un titolo di studio”.

Corsi serali per lavoratori

Il primo cittadino, che tiene a “ringraziare pubblicamente la preside Cassese per l’impegno profuso e per aver creduto fermamente nella proposta di attivazione dei corsi serali facendosi promotrice della stessa in prima persona”, non nasconde un certo rammarico per l’iter burocratico. “Mio malgrado – prosegue infatti -, occorre rilevare che Palazzo Caracciolo non ha recepito tale proposta, al contrario di quanto invece fatto dalla Regione, come emerge dall’allegato 3 del deliberato regionale: prendiamo atto con soddisfazione che Palazzo Santa Lucia ha tenuto conto della posizione geografica e strategica di Lacedonia”.

Soddisfazione, come detto, viene espressa anche dal dirigente scolastico dell’Istituto Omnicomprensivo “Francesco De Sanctis” di Lacedonia, la professoressa Rosa Cassese. “Riteniamo che questo risultato rappresenti una risorsa per il territorio – afferma -, oltre che la possibilità concreta di ottenere un diploma e di accedere a un livello migliore di istruzione per le persone che decideranno di frequentare questo tipo di corsi. L’istituto insiste sulle aree industriali di Calaggio e di Melfi, e con questo potenziamento dell’offerta formativa, per il quale siamo grati soprattutto all’assessore regionale al ramo, Lucia Fortini, ci eravamo posti l’obiettivo di fare una sintesi – conclude la professoressa Cassese – tra esigenza di istruzione e politiche sociali, comprese quindi le politiche di inclusione per gli immigrati”.