Bandiera Pd

Emergenza Centro Italia, Pd sospende attività politica. Circoli aperti per raccolta indumenti

BENEVENTO – “A motivo dell’emergenza terremoto che ha colpito il Centro Italia, animati dallo spirito di solidarietà e vicinanza che contraddistinguono da sempre la nostra terra e raccogliendo l’invito lanciato dalla Segreteria nazionale del Partito Democratico, anche nel Sannio sono sospese tutte le attività politiche del PD in questo weekend”.

pa_banner

Ad annunciarlo Antonio Iesce, responsabile organizzativo del Partito Democratico di Benevento.

 

“Vogliamo concretamente stringerci intorno alle popolazioni terremotate – prosegue Iesce – e a quanti sono colpiti dal maltempo che stanno vivendo in un momento di straordinaria difficoltà. L’invito a tutti i coordinatori territoriali è di aprire domani e domenica i nostri Circoli per raccogliere indumenti non usati e utili per le popolazioni colpite dal sisma (coperte, maglioni, pigiami, giubbini). I materiali raccolti nei vari Circoli dovranno essere consegnati presso la Federazione Provinciale di Benevento nella giornata di lunedì dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 15 alle 20. Poi sarà a cura nostra far arrivare il tutto nelle zone terremotate”.

Prosegue poi Iesce: “Il Sannio, che è stato messo a dura prova dagli eventi alluvionali del 2015 e dalle recenti nevicate e gelate che hanno colpito numerosi centri della provincia, è vicino a tutti coloro che in queste ore vivono con preoccupazione queste ore drammatiche”.

Il responsabile organizzativo del Pd Benevento tiene inoltre a “ringraziare il Sottosegretario di Stato Umberto Del Basso De Caro e il Governo per i provvedimenti emanati a favore del Sannio e dei suoi cittadini coinvolti nell’emergenza alluvione. Proprio ieri infatti il Sottosegretario annunciava la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della delibera che conclude il percorso per la concessione di contributi ai privati per i danni occorsi alle abitazioni e ai beni mobili danneggiati dagli eventi alluvionali.

C’è però il rammarico che tanti cittadini che avevano subito danni riportati nelle schede presentate redatte in quell’ottobre del 2015, non hanno poi dato seguito alla presentazione delle istanze. Purtroppo il merito è ascrivibile a falsi profeti che, per dominare a tutti i costi la scena mediatica, hanno disorientato e indotto tanti in errore a tal punto che dai 74 milioni di euro di danni indicati nel censimento… ad oggi il totale richiesto con le domande è di soli 17,5 milioni di euro. Un importo ben inferiore ai fondi che lo Stato celermente ha messo a disposizione per la calamità sannita.

Al premier Gentiloni che nella sua venuta a Benevento ha ribadito la volontà del Governo, allora come Ministro oggi come Premier, di sostenere la nostra terra chiediamo per il tramite del nostro Sottosegretario di Stato Umberto Del Basso De Caro di riutilizzare per il settore primario e sistema produttivo, che in quell’ottobre 2015 fu messo duramente in ginocchio, le risorse assegnate al nostro territorio per i privati e poi non spese per svariati milioni di euro. Ricordo infatti che nei prossimi mesi terminerà anche l’istruttoria per le aziende, le imprese. Alla luce di quanto fatto fino ad ora dal Governo e dal nostro Sottosegretario – conclude – sono convinto che la proposta sarà presa in considerazione”.