clan camorristici provincia di benevento

La mappa della camorra nel Sannio: il clan Pagnozzi estende la sua influenza

RED. – Ogni anno la Dia (Direzione Investigativa Antimafia) pubblica due relazioni semestrali sullo stato delle organizzazioni criminali presenti nel nostro Paese.

pa_banner

Nella relazione riguardante il primo semestre 2016, per ciò che concerne la provincia di Benevento, emerge un quadro che tende decisamente a cancellare l’idea del Sannio come “isola felice”. In provincia di Benevento, infatti, operano diversi clan camorristici con interessi diversi ed un forte radicamento sul territorio.

Le aree maggiormente sottoposte alla pressione dei clan camorristici sono la Valle Caudina, la Valle Telesina e il capoluogo di provincia.

“I principali clan presenti sono – si legge nella relazione – sono SPARANDEO, IADANZA-PANELLA, PAGNOZZI, NIZZA, SATURNINO-BISESTO, BRILLANTE-TAMBURELLO, cui risultano collegati gruppi criminali minori.

A Benevento permane l’operatività del clan SPARANDEO, mentre la famiglia PAGNOZZI, originaria della Valle Caudina, estende la propria influenza criminale sul versante sannita e nell’area telesina, avvalendosi a tale scopo dei gruppi SATURNINO/BISESTO su Sant’Agata dei Goti e IADANZA/PANELLA sulla zona di Montesarchio, Bonea, Bucciano, Castelpoto, Campoli del Monte Taburno, Tocco Caudio, Cautano e Forchia.

Al pari di quanto registrato in altri ambiti territoriali campani, anche la struttura amministrativa del comune di Benevento è stata coinvolta, a causa dell’attività di un dipendente infedele, in un’indagine per presunte irregolarità nell’affidamento di appalti, finanziati con fondi comunitari. Sebbene nell’operazione non siano risultate coinvolte organizzazioni camorristiche, tali episodi appaiono sintomatici di una vulnerabilità degli apparati amministrativi locali”.

Ecco la mappa dei clan presenti in provincia di Benevento:

clan camorristici provincia di benevento